Archivi tag: onofrio introna

Bari, nella Caserma Rossani una grande biblioteca pubblica

caserma rossani_incontrodi Marilena Rodi

Otto milioni di euro. È questa la cifra che la Regione Puglia si impegna a stanziare per la riqualificazione di 2 edifici (A ed F per l’esattezza) all’interno dell’ex caserma Rossani da destinare a Teca del Mediterraneo e Mediateca regionale. Continua a leggere Bari, nella Caserma Rossani una grande biblioteca pubblica

Annunci

Puglia somara, 7 persone su 10 non hanno letto nemmeno un libro nel 2014. Dati allarmanti

somaroPugliesi in castigo dietro la lavagna: il 70,8% non ha letto un libro in un anno. La Puglia Cenerentola della lettura, contende lo scomodo ultimo posto in classifica alla sola Sicilia, maglia nera col 71,8%. Il presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna ha introdotto con i dati del report Istat 2014 il XVII Workshop di Teca del Mediterraneo, la biblioteca multimediale consiliare, in programma a Bari sul tema “Il ruolo delle biblioteche in tempi di crisi tra economia e welfare per un nuovo sviluppo del Paese”. Continua a leggere Puglia somara, 7 persone su 10 non hanno letto nemmeno un libro nel 2014. Dati allarmanti

Bari, i socialisti si ritrovano: “Le grandi riforme del paese portano la nostra firma”

socialisti 1

di Marilena Rodi

“Le più grandi riforme in questo paese portano la firma socialista, è un dato inconfutabile: istruzione, infrastrutture, lavoro.. I socialisti hanno fatto la storia d’Italia”. Claudio Signorile, onorevole e presidente della ‘Fondazione Riformismo forte’, conclude così il “primo di una lunga serie di incontri”, in cui si sono ritrovati ieri, venerdì 7 novembre, dopo anni di lontananza, i socialisti pugliesi. A rispondere all’appello amarcord di Signorile, Onofrio Introna, Biagio Marzo, Annalisa Montinaro, Ennio Pascarella, Franco Pastore, Donato Pellegrino, Alfredo Spalluto, Donato Troiano e Fabiano Amati, che a turno hanno animato il dibattito con frecce scoccate dall’arco delle memorie e della militanza. Continua a leggere Bari, i socialisti si ritrovano: “Le grandi riforme del paese portano la nostra firma”