L’occasione persa

Quando la classe politica si dimostra inferiore al Paese che dovrebbe guidare…

Governo di solidarietà nazionale. Nella storia d’Italia c’è stato un tempo in cui ha funzionato. La storia insegna, ma non ha scolari.

Governo di solidarietà nazionale, la storia

Durante i tragici e tetri anni di piombo, quello che molti sbertucciano ancora come il sistema partitico della I Repubblica seppe fare fronte comune. Furono gli anni tra il 1976 e il 1979, quelli dei governi passati alla storia con il nome di: governi di solidarietà nazionale.

Tali governi erano frutto di una alleanza tra Democrazia Cristina e Partito Comunista Italiano. Il fronte comune lo fecero contro il nemico esterno che era quello del terrorismo. Quello che accadde, grazie a tale accordo, è storia, e come tale dovrebbe essere conosciuta a tutti.

La fragile democrazia italiana riuscì a superare l’arduo ostacolo che la sfida terroristica poneva e seppe andare avanti. Vincendo. Lo riuscì a fare perché nel momento del bisogno e dell’emergenza i partiti che sempre si erano combattuti e che rappresentavano i due maggiori partiti italiani seppero fare, appunto, fronte comune.

Governo di solidarietà nazionale. La minaccia contemporanea

Oggi la minaccia esterna è quella della pandemia ed è molto più insidiosa, ma anche molto più esterna al Paese di quanto non lo fosse il terrorismo, non importa di che colore, che insanguinò gli anni di piombo.

È soprattutto questa l’occasione persa da parte delle nostre forze politiche di maggioranza e di opposizione, quella di non aver saputo e voluto fare fronte comune dinanzi al nemico. Tutto questo a fronte di un Paese che si è dimostrato molto più ligio a leggi, al dovere e al contenimento della malattia, di come in molti pensavano. E questo lo dicono i numeri della malattia in Italia, rispetto a quelli degli altri Paesi europei e del mondo.

Peccato, non va mai bene quando la classe politica, che dovrebbe essere sempre d’esempio, si dimostra inferiore al Paese e alla popolazione che dovrebbe e deve guidare.

Angelo Ivan Leone

[in copertina l’accordo tra Aldo Moro ed Enrico Berlinguer, ph. tratta da Wikipedia]

1 commento su “L’occasione persa”

  1. Tempi duri , il terrorismo interno reclamava vittime giornalmente , quel governo riuscì a tenere insieme il popolo sotto una unica bandiera , quella della libertà , infatti al culmine ci fu il famoso ” strappo ” con un discorso fatto a Mosca da Enrico Berlinguer che fece scalpore e che impressionò perfino Gorbachev .

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.