Un sogno di sud

Un sogno di sud. Il Sud dei Sud dei santi

di Angelo Ivan Leone

Il Sud dei Sud dei santi. Questa lirica ci parla di qualcosa di bellissimo e affascinante al tempo stesso. Un ricordo magnetico venuto a trovarci dopo una trentina d’anni. Un sud onirico e universale.

“Il Sud dei sud dei santi” avrebbe detto quel tale

La cartina di tornasole della nostra infanzia ci ipnotizza rendendoci la vita oltre quel tetro divertissement di cui parlava giustamente Pascal. Perché non è il lavoro, né il successo, né tantomeno i soldi a fare l’uomo, ma quel dialogo tra “io e me stesso” come avrebbe certamente detto Hannah Arendt.

Quel dialogo muto e fecondo che ci accompagna per tutta la vita. Finisco dicendo che per un meridionale questa canzone è una droga. “Alla mia terra, ai miei ricordi eterni”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.