Disabili, il barese Michele Caradonna nella giunta esecutiva nazionale dell’Anmic

Il barese Michele Caradonna è stato eletto ieri, a Roma, nella giunta esecutiva nazionale dell’ANMIC, l’associazione nazionale a tutela delle persone con disabilità

di Marilena Rodi

La città di Bari raggiunge un traguardo prezioso all’interno della più grossa associazione a tutela delle persone con disabilità, l’ANMIC, e lo manterrà per i prossimi 7 anni.

Il barese Michele Caradonna ieri a Roma a sorpresa, è stato eletto nella giunta esecutiva nazionale dell’ANMIC – che dal 1956 rappresenta le persone con disabilità – al termine delle operazioni di voto per il rinnovo delle cariche istituzionali dell’ente morale (riconosciuto tale con decreto del Presidente della Repubblica nel 1978). L’elezione è arrivata a conclusione dei lavori del 13° congresso nazionale.

Caradonna, già presidente provinciale di Bari, nel mandato appena concluso era uno dei componenti del comitato centrale. Un ulteriore passo avanti, dunque, per Caradonna, per Bari e per la Puglia (che ha visto anche la conferma di un’altra pugliese nella giunta esecutiva, la leccese Maria Antonietta Tull a segretario generale). La giunta è l’organo di governo di ANMIC ed è composta da 7 persone in totale.

Premiato dunque, l’impegno del presidente di ANMIC Bari Caradonna e del comitato provinciale che sul territorio hanno portato avanti battaglie importanti come la conquista di un terzo degli scrutatori destinato alle persone con disabilità, l’abbattimento delle barriere architettoniche nei lidi e in città (puntando in questo caso sulla battaglia per l’accessibilità degli uffici pubblici tuttora in corso), e la mobilità delle stesse persone con disabilità a Bari. Queste battaglie non devono essere passate inosservate e sono state uno sprone anche per altre realtà italiane.

Alla guida dell’associazione è stato confermato Nazaro Pagano, eletto per la prima volta nel 2014, e acclamato all’unanimità dall’assemblea riunita in congresso a Roma dal 14 al 16 novembre scorsi. “Un’acclamazione – ha dichiarato Pagano – che fa molto piacere. Ho visto l’unità dell’associazione e la presenza dei territori”.

Il tema del congresso, ‘Dalla parte dei disabili. Nuovi strumenti di tutela per cittadini con disabilità e caregiver’, poneva infatti, al centro del dibattito, la persona con disabilità, le sue necessità e le conseguenti necessità dei famigliari, che spesso devono rinunciare alla loro vita professionale e privata per occuparsene. Oggi i caregiver, secondo le ultime stime, in Italia sono un esercito di 8mlioni di persone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.