Transizione politica: si va verso il faccia a faccia Renzi-Salvini. Ma Renzi finirà come il Principe Prospero?

Transizione politica: si va verso il faccia a faccia Renzi-Salvini. Ma Renzi finirà come il Principe Prospero?

di Pino Gadaleta

“Innanzi questo flagello (la peste) il principe Prospero rimanevasi imperturbabile; anzi si mostrava felice, sagace, intrepido. E quando è vide piucchè a metà spopolate le proprie terre, convocò un migliaio circa de’ suoi fidi e amici, tutta gente piena di vita e di cuore baldo, la eletta dei cavalieri e delle dame della propria corte; e in compagnia sì cara ricovrò in un solitario palazzo, sito in una delle molte sue abbazie o feudali castelli”. (La Maschera della morte rossa. E.A.Poe 1842)

Renzi ha ufficializzato finalmente la nascita del suo movimento politico.

Una notizia attesa da tempo e che è iniziata con la costituzione dei suoi Comitati civici a partire dalla Leopolda 2018 e dall’ammirazione per Macron che ha costituito il suo movimento En Marche con una scissione dal Partito socialista francese. Rammentiamo che con Renzi è schierato Sandro Gozi ex sottosegretario alla Presidenza del consiglio italiano passato a Palazzo Matignon al servizio di Macron.

Renzi non ha mai accettato il suo ridimensionamento politico nel Pd dopo il disastroso esito elettorale del 4 marzo 2018 e conseguente la sconfitta del referendum di riforma costituzionale presentato da M. Elena Boschi nel 2016.

Renzi è stato molto abile: in un sol colpo ha rovesciato il tavolo a Salvini, ha scazzottato Zingaretti, ha messo i piedi sul tavolo di Conte, ha posto la spada di Damocle su di Maio, si è intestato un ruolo di leader di Partito costituendo i gruppi parlamentari.

Un capolavoro di tattica politica, e non è finita qui. Altri dispiaceri al Pd non sono esclusi affatto, anche se in questa fase ha preferito un atteggiamento soft lasciando molti suoi sodali, presunti ex, che ricoprono importanti incarichi sia di governo che in ruoli chiave del Pd.

Questo grazie al Rosatellum un sistema elettorale che ha consentito di eleggere deputati cooptati dai capipartito e praticamente imposti agli elettori; è un sistema che condiziona pesantemente la formazione di alleanze di governo e di controllo della vita parlamentare. Andrebbe rapidamente abolito.

Il Nostro ha battezzato il suo Movimento politico con il nome Italia viva, un logo già registrato sin dal 9 agosto, in tempi in cui non si palava di scissione.

Italia viva contrapposta all’idea rappresentata dal Pd di un partito morto, o dalla politica morta in generale del salvinismo e del populismo?

Renzi ha dichiarato di sentirsi ritenuto un intruso nel Pd, una affermazione forte e contradditoria per uno che è stato Segretario Pd eletto dalle primarie per ben due volte e presidente del Consiglio. Intruso letteralmente si definisce una persona che si trova in un luogo dove non dovrebbe esserci, cui è estranea, o che gode di un beneficio cui non ha diritto e sinceramente non sembra il caso di Renzi iscritto del Pd.

Questo mi ha fatto venire in mente il romanzo di E.A.Poe, La Maschera della Morte Rossa, in cui appare a un certo punto della storia l’Intruso.

Un principe di nome Prospero, “creatura felice, indomabile e preveggente” ospita circa un migliaio di suoi cavalieri e dame in una abbazia per difendersi dalla minaccia della peste. Fa rinserrare serrature e porte di accesso e organizza danze e spettacoli per allietare i suoi ospiti al sicuro dal male devastante che imperversa nel Paese.

Nel bel mezzo della gaudente festa allo scoccare del dodicesimo rintocco del pendolo appare l’Intruso “il quale in quell’attimo si trovava pure vicino e ora con passo solenne e deciso si approssimava ancor più al principe. Nella stanza turchina stava il principe, attorniato da un gruppo di cortigiani pallidi. A tutta prima, non appena egli ebbe parlato, questo gruppo ebbe un lieve moto irrompente in direzione dell’intruso”.

Il principe assale l’Intruso ma perisce, poi gli invitati lo affrontano ma si trovano tra le mani solo il suo mantello e la maschera, l’Intruso non è altri che la Morte Rossa che poi procede all’annientamento di tutti gli invitati.

Lascio all’immaginazione dei lettori l’interpretazione metaforica di questo racconto.

La scissione di Renzi riflette le sue ambizioni personali

di ricoprire in un prossimo futuro di concorrere a ritornare a presiedere il Governo avendo già individuato il suo competitor in Salvini a cui ha già chiesto e ottenuto un confronto televisivo.

Nel contempo sedere al tavolo del Governo e porre sul tappeto le sue valutazioni politiche e vantare crediti nella spartizione, infatti non dimentichiamo che sono circa quattrocento le nomine da conferire in vari enti partecipati e pubblici.

In politica tutto il lecito è permesso,

alleanze, ribaltamenti, condizionamenti, tradimenti ma resta fondamentale in un regime democratico ottenere il consenso dei cittadini, consenso che si ottiene con le idee, il programma, e soddisfacendo alcuni interessi di parte.

Siamo in una fase di transizione e le ideologie del Novecento sono superate perché è cambiata la società, non esiste più il proletariato, non esistono più i capitalisti, siamo nell’era della globalizzazione, delle multinazionali che governano la finanza del mondo, della tecnologia digitale. Questo fa dire che non esiste più la destra e la sinistra, ma, ahimè, continuano a esserci dominati e dominatori, sfruttati e sfruttatori, controllati e controllori, le disuguaglianze sono aumentate sia economiche che sociali anche nei Paesi più sviluppati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.