Illimity: la banca tutta digitale

Corrado Passera, fondatore e Ceo, ha presentato “Illimity Bank”, caratterizzata da funzioni digital only, senza sportelli e tutto in cloud.

La nuova compagine parte da alcune migliaia di clienti ma punta entro il 2023 ad arrivare ad oltre 200.000 per una raccolta che si aggiri sopra i 2 miliardi di euro.

Non è il primo caso in assoluto di “banca only digital” ma, senza dubbio, è il primo caso di banca “nativa digitale”. Già dalla sua nascita, infatti, non prevede sportelli e tutti i servizi saranno disponibili da smartphone e altri device.

Del resto, il target a cui si rivolge viene stimato intorno ai 15 milioni di Italiani e, certamente, è destinato a crescere negli anni. Un bel vantaggio e, per gli utenti, anche una grande comodità sarà quella di gestire tutto comodamente dal telefono o dal pc.

Finalizzata ad una gestione consapevole del denaro, raccoglie in un unico ecosistema strumenti per il risparmio, per i pagamenti, prestiti e assicurazioni integrati tra loro. Per la partenza, fino al 15 novembre, Illimity Bank offrirà il conto nella versione “Plus” con canone azzerato che include carte di debito e credito con profilo personalizzabile, prelievi gratuiti sopra i 100 euro in Italia e all’estero, e bonifici istantanei.

Il fondatore, Corrado Passera (già Ministro e AD di Intesa San Paolo): “Il lancio sul mercato della banca diretta rappresenta la piena realizzazione del nostro progetto nato solo un anno fa e diventato completamente operativo in tutte le sue aree di attività. Il nome Illimity non vuol dire che non abbiamo limiti, ma contiene in sé il concetto di andare oltre; oltre le forme tradizionali di fare banca, verso l’invenzione di un nuovo paradigma bancario”.

A mio parere, la vicenda Illimity Bank pone due quesiti:

  1. Può funzionare un’attività che non preveda interazione con altri esseri umani?
  2. Quanto sarà importante la tutela dei dati personali dei clienti, dei dipendenti e dei beneficiari esterni delle operazioni?

Interazione

In realtà, già nella presentazione di Illimity Bank da parte di Corrado Passera è stato chiarito che, seppur con l’obiettivo di una banca interamente digitale, non tutto sarà solo online. La banca si avvarrà di 300, tra consulenti ed altre figure, che avranno rapporti diretti con i clienti o con i potenziali tali.

Privacy

In qualità di Data Protection Officer non posso non domandarmi quali scenari si profilano, è proprio il caso di dire, nel trattamento dei dati delle persone. Le banche sono state obbligate ad adeguarsi al regolamento europeo, noto come Gdpr, e ad avere intere divisioni dedicate solo alla tutela della privacy. Non sfuggirà che si tratta di informazioni importantissime e che, come tali, vanno protette con la massima cura.

Al di là, dunque, di qualche perplessità godiamoci un futuro ormai presente, sempre più rapido ed interconnesso che ci lascerà, almeno in teoria, molto più tempo da dedicare ad altro.

Gennaro Del Core

 

 

1 commento su “Illimity: la banca tutta digitale”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.