Cellamare (Ba), incendio al chiosco del giardino comunale. Forse un corto circuito

A Cellamare (Ba), in Puglia, un incendio ha distrutto il chiosco nel giardino comunale. Al momento si escluderebbe l’origine dolosa: forse un corto circuito. Indagini in corso

Il chioscio all’interno del giardino comunale è andato distrutto a causa di un incendio scoppiato nella notte e le indagini sono in corso.

E’ quanto accaduto nel piccolo borgo di Cellamare, in provincia di Bari in Puglia. Già dai primi momenti del disastro, il sindaco Gianluca Vurchio e il comandante della Polizia municipale, erano presenti sul posto: “Questa notte – ha spiegato il sindaco su facebook – chiamato e accompagnato sul posto da alcuni amici, ero incredulo e molto triste”. “Così come – prosegue il primo cittadino – la tristezza l’ha fatta da padrone questa mattina, al sopralluogo espletato congiuntamente con gli uffici comunali, per verificare le condizioni di sicurezza dell’area che attualmente, purtroppo, non ci sono e che ha spinto il comandante della Polizia locale ad emettere apposita ordinanza di chiusura del giardino pubblico”.

“Non si conoscono ancora le cause che lo hanno provocato ma l’incendio, di sicuro, ha mandato in fumo i sogni di due ragazzi che hanno avuto il coraggio di investire nella nostra Cellamare”, era stato invece il commento dell’assessore Nicola Digioia, questa mattina.

“Niente di grave ed irreparabile – ha invece commentato l’ex sinaco Michele De Santis – ripartiranno subito con il loro entusiasmo e la loro voglia di fare. Dai primi rilevamenti effettuati dai Vigili del Fuoco intervenuti sul posto – prosegue poi – sembrerebbe scongiurato l’origine dolosa. L’incendio sarebbe partito dall’interno della struttura causa di un corto circuito. I Carabinieri, anche loro subito intervenuti sul posto, continueranno le indagini per accertare l’esatta dinamica dei fatti”.

“A tutti – incalza De Santis – dico e ripeto: calma non facciamo inutili allarmismi, Cellamare da sempre è un paese tranquillo lontano, anni luce, da gravi avvenimenti delittuosi. Facciamo lavorare chi di competenza e non gettiamo fango sulla nostra laboriosa e tranquilla Comunità”.

Intanto la comunità cellamarese ha manifestato piena solidarietà ai ragazzi cui è affidata la gestione del chiosco, tanto da ipotizzarsi una raccolta fondi con eventi pubblici organizzati ad hoc per riportare il chiosco ad apertura veloce.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.