La reale felicità al lavoro: esiste? E come si raggiunge? A Bologna una convention riservata a imprenditori e manager

La reale felicità al lavoro diventa il tema di una convention internazionale che si svolgerà tra qualche giorno a Bologna

La reale felicità al lavoro diventa il tema di una convention internazionale che si svolgerà tra qualche giorno a Bologna e che vedrà la partecipazione di guru e testimoni che hanno sperimentato strategie professionali per essere felici e rilassati nel luogo e nel posto di lavoro. Il 2 aprile prossimo, infatti a Bologna è prevista la prima conferenza italiana sul tema GENUINE HAPPINESS AT WORK – la reale felicità sul lavoro.

L’evento, promosso da People3.0 – Performance development, nasce con l’obiettivo di creare consapevolezza su un tema di cui si sta parlando molto, ma che spesso viene sottovalutato, benché abbia un forte impatto positivo sugli aspetti organizzativi, sulle performance aziendali e di attenzione ai dipendenti.

Una giornata, dalle 9 alle 19,30, in cui saranno coinvolti 3 esperti e 5 testimonial aziendali che porteranno la loro esperienza pratica.

Esperti

  • Alexander Kjerulf – fondatore di Woohoo Academy con sede a Copenhagen – dal 2003 si occupa di creare cultura nelle aziende a livello mondiale sul tema della felicità in azienda. In 15 anni ha visitato tutti e 4 i continenti, facendo conferenze e progetti aziendali e creando un modello che oggi è adottato da oltre 50 partner in 25 paesi del mondo.
  • Alan Wallace – fisico, filosofo, esperto di psicologia orientale e fondatore del Santa Barbara Institute con sede a San Francisco (Usa). Da oltre 40 anni medita e studia gli effetti della meditazione sulla mente e sul comportamento umano. È discepolo diretto del Dalai Lama e ha sviluppato un modello di allenamento della mente chiamato “Bilanciamento delle 4 intelligenze”. Sta costruendo in Toscana il primo osservatorio mondiale sulle scienze contemplative che combinerà scienza (Università italiane e internazionali) e meditazione.
  • Giuseppe Vercelli – docente di Psicologia dello sport dell’Università di Torino e responsabile dell’area psicologica di numerose squadre sportive di serie A, atleti e atlete olimpionici di diverse discipline. 10 anni fa ha sviluppato il modello di performance coaching Sfera, incentrato sull’allenare consapevolezza e utilizzo delle risorse personali. Oggi adottato in ambito sportivo e manageriale.

Accanto a loro 5 testimonial

  • Tim Dorsett – Culture Ambassador Innocent Inc. (London) – cura lo sviluppo del progetto Happiness at Work all’interno di Innocent Inc. azienda leader nel settore dei succhi di frutta
  • Francesca Corrado – Ricercatrice e imprenditrice seriale – Ideatrice della prima Scuola di fallimento (Modena). Si occupa di diffondere la cultura dell’errore a tutti i livelli: dalla scuola all’azienda
  • Enrico Bassi – Responsabile HR Ball Beverage Packaging Italia (Nogara, MN) – insieme a People3.0 ha introdotto il modello Happiness at Work nella propria realtà, individuando con la direzione obiettivi e indicatori di ritorno dell’investimento come guida del lavoro di un team trasversale dedicato al progetto
  • Niccolò Branca – Presidente Gruppo Branca (Milano) – pratica meditazione da oltre 20 anni e la ha introdotta da molto tempo in azienda per migliorare il benessere ed allenare la consapevolezza dei propri dipendenti. Condividerà la sua esperienza personale e come imprenditore, portando un esempio concreto di effetti sulla propria azienda
  • Daniele Simonazzi – AD Flo Spa (Fontanellato, PR) – ha introdotto in azienda da 2 anni il coaching Sfera per aiutare i manager nello sviluppo delle loro performance e di competenze aggiuntive. Ha potuto misurare gli effetti dell’intervento e racconterà la sua esperienza personale e diretta.

Tra gli ospiti che hanno confermato la loro presenza anche Roberta Mori – presidente della Commissione pari opportunità della Regione Emilia Romagna e Sonia Alvisi – consigliera regionale pari opportunità Emilia Romagna.

Il tema Happiness at Work, di fatto, diventa il filo conduttore tra azioni di welfare, smart working, politiche di conciliazione e tutto ciò che può, attraverso il benessere, migliorare la vita del lavoratore e aumentare la competitività dell’impresa.

Durante il pranzo, organizzato in modalità net-lunch, i partecipanti avranno la possibilità di confrontarsi direttamente con relatori e testimonial, nonché condividere esperienze tra loro.

Informazioni utili. L’evento è aperto, con priorità, a imprenditori, direttori generali e manager che vogliano avvicinarsi al tema e comprendere le evoluzioni organizzative verso cui ci si sta evolvendo.

La partecipazione è a pagamento. Info e biglietti qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.