Cellamare, botta e risposta. Il sindaco De Santis replica all’ex sindaco Laporta: “Documenti pubblici, chiunque può prenderne visione”

Botta e risposta a Cellamare in campagna elettorale. Il sindaco De Santis replica all’ex sindaco Laporta: “Documenti pubblici, chiunque può prenderne visione”

Si infiamma la campagna elettorale a Cellamare.

Già martedì scorso, durante il consiglio comunale convocato per approvare il bilancio, il dibattito in aula si era acceso: da una parte l’ex sindaco Michele Laporta (oggi consigliere metropolitano delegato al bilancio) che aveva citato alcune dichiarazioni dell’attuale sindaco Michele De Santis riferite al 2014 (poi riprese questa mattina nella nota stampa da noi pubblicata); dall’altra parte il sindaco De Santis e il vicesindaco e assessore al bilancio, Giovanni Digioia, che difendevano l’operato di questi anni e che miravano a chiarire quanto accaduto al bilancio (come riportato nel nostro articolo). Poi venerdì scorso la conferenza pubblica di fine mandato al Castello Caracciolo del sindaco e dell’amministrazione uscente per riferire alla città l’operato di questi 5 anni puntando proprio sul bilancio. Fino a stamattina, quando Laporta ha preso la parola.

de santis-conferenza stampa
La conferenza pubblica di venerdì scorso al Castello Caracciolo

“Mi preme essere chiaro su un argomento che nelle ultime ore sta prendendo piede – ha fatto sapere stasera De Santis dalla sua pagina social in replica a quanto riferito da Laporta stamattina – e che riguarda la gestione economica delle casse comunali. Ribadisco che tutta la documentazione relativa al bilancio comunale è un atto pubblico e come tale chiunque, in qualsiasi momento, può richiedere l’accesso alla visione per verificare quale sia la reale situazione”.
“E checché se ne dica -prosegue il sindaco – specifico che il Comune può utilizzare i 170mila euro ripartiti tra i 70mila come finanziamento dello stato e i 100mila di avanzo destinato all’investimento ancora prima dell’approvazione del rendiconto: li spenderemo subito per la manutenzione del patrimonio pubblico, delle strade e così via”.

“La chiarezza e la correttezza – conclude De Santis – sono due principi su cui non transigo e rimango sempre a disposizione di chi – per qualunque ragione – possa nutrire ancora dei dubbi. I risultati si raggiungono insieme, l’‘io’ non esiste”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.