Cellamare, il sindaco De Santis: “Non siamo in un’aula di tribunale. Opera di linciaggio”. Il video con le dichiarazioni

A Cellamare, Vurchio aveva chiesto il rinvio del consiglio comunale e l’approvazione del bilancio a seguito della vicenda Raimo. Il sindaco De Santis: “Non siamo in un’aula di tribunale. Opera di linciaggio”

Cellamare, 26 febbraio 2019. Il consiglio comunale si riunisce per approvare il bilancio di previsione, ma Gianluca Vurchio (e altri 3 consiglieri) chiedono il rinvio della seduta a seguito della vicenda che ha coinvolto il responsabile del servizio finanziario, Giovanni Raimo, ma il sindaco risponde che è in corso il procedimento per le doverose verifiche e che comunque “non siamo in un’aula di tribunale”. “Si sta facendo – aveva detto – un’opera di linciaggio”.

Il bilancio viene approvato da 7 consiglieri (il sindaco Michele De Santis, il vicesindaco Giovanni Digioia, gli assessori Fiorenza Carbonara, Mariagrazia Losurdo e Valentina Pizzi, e i consiglieri Davide Di Gioia e Margherita Salvemini) su 13: assenti i consiglieri De Sario e Positano, fuori dall’aula Gianluca Vurchio, Michele Laporta, Eliana Zammataro e Nicola Digioia.

Guarda il video per la risposta completa.

Il vicesindaco e assessore al bilancio Giovanni Digioia, durante la sua relazione chiarisce che “I conti del comune di Cellamare sono in sicurezza. Da 3 anni – spiega – siamo in avanzo di amministrazione e da 3 anni non si ricorre ad anticipazioni di tesoreria; sono stati sanati completamente i debiti fuori bilancio. Si e passati da un predissesto finanziario del 2015 a un bilancio improntato agli investimenti, al benessere e alla crescita della comunità di Cellamare mantenendo invariate le tasse tari tariffe Tasi e Imu. Sono state fatte nuove assunzioni, abbiamo riconfermato il baratto amministrativo e sostenuti i piu deboli; è stata garantita equità del prelievo e mantenimento della qualità dei servizi con il contenimento della pressione fiscale. Questo bilancio di previsione –  dice – rappresenta una ottima base di partenza per la nuova amministrazione per dare un futuro più roseo al territorio e ai cittadini di Cellamare”.

Nel dettaglio, Digioia spiega che in questi anni sono stati transati e saldati 437mila euro di debiti fuori bilancio accumulati, alcuni dei quali rivenienti da accumuli tra il 1998 e il 2013.

“In bilancio previsione – conclude Digioia – abbiamo un avanzo di circa 100mila euro, ai quali si aggiungono 70mila euro grazie al provvedimento del Consiglio dei ministri verso i Comuni con meno di 20mila abitanti, ma questi 70mila potrebbero diventare molti di più se riusciamo ad avviare i lavori entro il 15 maggio. Il governo premierà i Comuni che saranno stati virtuosi. Ecco perché avevamo fretta di approvare il bilancio in tempi rapidi”.

>> Leggi anche: “Cellamare, 4 consiglieri escono dall’aula al momento di votare il bilancio di previsione. Il sindaco: “Non hanno avuto il coraggio di votare contro”

>> Leggi anche: “Cellamare, sul bilancio approvato. Gianluca Vurchio: “Bilancio alquanto ‘dubbioso’”, e al voto aveva lasciato l’aula”

Annunci

1 commento su “Cellamare, il sindaco De Santis: “Non siamo in un’aula di tribunale. Opera di linciaggio”. Il video con le dichiarazioni”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.