Stress e tensione, e ci dimentichiamo di noi. Il mal di vivere produce trascuratezza o eccessi di cura

Stress e tensione, e ci dimentichiamo di noi. Il mal di vivere produce trascuratezza o eccessi di cura

di Stefania Curci

Quando amiamo doniamo.

Non importa sia un amore filiale, genitoriale, di coppia, amicale o di un puro amore verso il prossimo, simile a me, pellegrino come me, quando amiamo regaliamo. Cosa? Tempo.

Il tempo racchiude gesti, attenzioni, premure, coccole e ognuno si ingegna con creatività per sorprendere e soddisfare l’amato, per fargli sentire calore e presenza perché quel tempo insieme è prezioso per entrambi.

E l’amore verso di te? Lo pratichi? Come ti sorprendi? Ti dedichi del tempo? Ti coccoli? Ti prendi cura di te?

Il mondo cosmetico può rappresentare un quotidiano esercizio in questa direzione di amore verso se stessi che favorisce anche un piacevole e utile risveglio sensoriale.

I prodotti di bellezza proposti dal mercato cosmetico, per loro natura, implicano una dimensione di “cura”. Basti pensare alle linee dedicate all’igiene personale come ad esempio i prodotti di detersione come dentifrici, saponi e bagnoschiuma, oppure ai prodotti dedicati all’idratazione cutanea come creme, olii e burri. L’obiettivo principale di queste tipologie di cosmetici non è legato tanto all’apparire quanto alla sopravvivenza: igienizzare e pulire significa mantenere un corpo il più possibile sano.

Quando mi occupo dell’igiene orale o del mio corpo mantenendo la pelle pulita e idratata, così come quando mi prendo cura delle unghie di mani e piedi o dei capelli inoltre, i miei sensi si attivano grazie alla consistenza e alla fragranza dei prodotti e accanto alla piacevolezza sensoriale e al contatto con il mio universo emotivo avviene spontaneo un rallentamento dell’attività del pensiero. Mi fermo e mi dedico tempo, ritorno a me, al mio centro, al mio corpo, al mio sentire.

Mi sono accorta di come sia immediato entrare in una dimensione di trascuratezza quando si sta vivendo un momento di forte stress, tensione o difficoltà. Il primo aspetto di cui ci si dimentica è proprio quello del “prendersi cura”: c’è qualcos’altro che assorbe le nostre energie e ci si dimentica di sé. A volte può essere funzionale, come ad esempio nella primissima fase post partum per le donne, durante la quale il neonato monopolizza risorse e attenzioni, ma in molti altri casi la “dimenticanza di sé” risulta l’indice di un devastante mal di vivere.

L’osservazione della cura dell’aspetto e dell’igiene personale, così come la descrizione dell’abbigliamento, del volto e del trucco, risultano essere infatti tasselli importanti anche nell’esame psichico effettuato nei servizi territoriali durante la valutazione psichiatrica. L’annichilimento e il ripiegamento su di sé, tipico delle gravi psicopatologie in cui il senso dell’esistere viene a mancare, si incarna sovente in un corpo imbruttito e provato dalla mancanza di amore e cura verso se stessi. Pensiamo alle personalità tossicodipendenti dove si vive in funzione del piacere procurato dalla sostanza mostrando un corpo debilitato e un volto segnato dalla droga, oppure ai disturbi del comportamento alimentare in cui si cade nell’eccesso opposto di ossessività rispetto all’immagine che appare esageratamente curata e truccata (se parliamo delle donne) tanto da risultare finta, eccessiva e innaturale.

Compito arduo ma non impossibile risulta quindi quello di trovare un buon equilibrio personale tra amore per sé e amore per gli altri. Come equilibristi sul filo. Buon cammino funambolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.