Casamassima, consiglio finisce alle 4,30 del mattino: ecco di cosa hanno discusso dopo la mezzanotte

A Casamassima un consiglio comunale finisce alle 4,30 del mattino, ma gli argomenti discussi dopo la mezzanotte? Ecco di cosa hanno parlato

di Danilo Nesta

Danilo Nesta

Al di là dei gettoni di presenza o meno così cari al sindaco – nel sostenere ciò che è stato giusto sottolineare – si rifugge tuttavia il concetto sul costo comunale che lo scatto a mezzanotte ha determinato, e questo per la presenza in consiglio comunale di dipendenti (di cui si darà conto al momento della liquidazione da parte del Comune di Casamassima come sostituto d’imposta). Proviamo, quindi, a tornare e – ad analizzare – i temi trattati in consiglio dalla mezzanotte in poi. Con un tono piccantino seppur eclettico.

È opportuno ricordare che il consiglio comunale è iniziato con un’ora di ritardo rispetto all’orario di convocazione e che alle 22,10 è stata richiesta una sospensione di mezz’ora, divenuta poi un’ora. Totale ore perse: 2. Due ore di consiglio comunale conteggiate e non utilizzate.

Nel passaggio al nuovo giorno – quindi da mezzanotte in poi – si discuteva dell’ennesimo debito fuori bilancio: il Comune di Casamassima si è ritrovato a pagare, a 11 anni di distanza, la somma di € 33.469 riveniente da una sentenza, per un esproprio di un terreno agricolo forse mal negoziato o magari mai negoziato (intanto il Comune si becca la contumacia nel giudizio): da una somma di 11.560 euro, addirittura definita dal ctu nominato dal giudice, inferiore a 12.800 euro, il Comune si ritrova a pagarne 33.649.

Interessante, a questo proposito, la dichiarazione di un consigliere di maggioranza che, con fermezza ha ritenuto “inaccettabile suggerendo che siano svolte le verifiche necessarie tese ad evitare nuovi danni all’Ente e a individuare le responsabilità di chi ha sbagliato negli interessi dei cittadini”.

[Domanda: e la responsabilità su un Piano Tari ingiustificato e momentaneamente condannato?]

I 5S, nella dichiarazione di voto di astensione: “le sentenze vanno rispettate, a prescindere”.

E intanto si è fatta mezzanotte e 40.

L’argomento notturno successivo è l’approvazione del nuovo regolamento contabile comunale aggiornato al dlgs 118/2011 che detta le nuove normative contabili. Il regolamento vigente risale al 2013 e consta di 188 articoli e 76 pagine. Le commissioni 2^ e 4^ sono intervenute in aggiornamento e riunite il 22/11/2018, 7 giorni prima del consiglio. Rimaniamo in attesa di poter verificare i cambiamenti e gli aggiornamenti intervenuti appena il regolamento sarà pubblicato, vista la complessità e vastità dell’argomento.

Ed è l’una di notte e due consiglieri, Mirizio e Portaccio abbandonano l’aula. Stremati?

L’argomento che segue è il nuovo regolamento della videosorveglianza, liquidato velocemente.

Poi – intanto si è fatta l’una e un quarto – si discute una mozione sul ddl Sicurezza, noto come decreto Salvini e ormai convertito in legge, sul quale torneremo con un approfondimento ad hoc. Intanto si sappia che la questione ha provocato battibecchi in consiglio, perché da una parte ci sarebbe il Pd che aveva presentato un emendamento chiedendo che il consiglio si esprimesse con dissenso rispetto al ddl, dall’altra c’è il partito del sindaco e il rigetto della proposta. Perché? Perché visto che il partito del sindaco, Italia in Comune, aveva intanto diramato note pubbliche comunicando all’Italia che i propri sindaci stavano esprimendo, nei propri consigli comunali, il dissenso al ddl?

“Consigliere Palmieri – dice intanto il sindaco durante il battibecco – lei è in totale delirio politico”. Poi si corregge: “Lei è in totale follia politica”. Il riferimento è alla ‘menata’ del Pd, forse provocatoria, che evocava vicinanze al governo (non dimentichiamo che nella giunta Nitti è presente un assessore ‘simpatizzante’ della Lega).

Intanto, sempre nel battibecco (e le lancette corrono), interviene il consigliere Azzone che ricorda al Pd il numero dei voti ottenuti, tanto da aver costretto lo stesso Pd all’opposizione, “grazie all’intelligenza dei cittadini”. Riflettiamo: sarà mica un’offesa a quelli che non hanno votato il sindaco? Ma come detto, ci torneremo sulla questione.

Intanto si fanno le tre circa di notte.

Ed eccola, arrivare alle 3.20 di notte, la brillante mozione del M5s votata all’unanimità: quella sui nomi da rimuovere dalla lapide dedicata al poeta Nazariantz sulla facciata del Palazzo comunale, di cui abbiamo già abbondantemente detto. Verrebbe quasi da pensare che il M5s ha messo voce su pensieri collettivi…

Poi, verso le 4 del mattino (ormai), l’apoteosi. Cialdini.

Chi era costui?, chiederebbe qualcuno. Ogni tanto qualcuno pur si ricorda di costui e gli dedica un passaggio in consiglio comunale: un noto soldato al servizio dei piemontesi per reprimere il brigantaggio. Questo è stato. E sebbene un’amministrazione nel passato avesse pensato di far rimuovere il suo nome da una via cittadina, il M5s – consapevole forse dei problemi e dei limiti connessi a una tale opzione (?) – prova a proporre la dedica di una Giornata della memoria ai caduti meridionali per l’Unità d’Italia.

Così il consesso consiliare, ormai all’alba, si libra nel ricordo della breccia di Porta Pia e sulla storia di Cialdini “soldato”. Correva l’anno 1861. Intanto viene citato anche Antonio Gramsci, marxista, che viene associato all’Unità di Italia e al Risorgimento.

Quale dunque, la conclusione?

Alle 4 circa del mattino, con quel gettone-non gettone di presenza, si chiude un consiglio comunale in cui nessuno introduce la mancata liquidazione delle premialità spettanti ai lavoratori dell’azienda che si occupa del servizio urbano, tantomeno il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica…

PS: C’era un altro argomento all’ordine del giorno che riguardava la richiesta della società Castello, l’acqua Amata, ma di cui l’unica cosa che abbiamo capito è “Meno plastica per tutti”.

La seduta viene chiusa alle 4,30 del mattino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.