Cellamare, Valentina Pizzi entra nella giunta De Santis. Laporta: “Ribaltone”. Il sindaco: “Collaboriamo per la città”. Deleghe anche alla consigliera Salvemini

Cellamare, Valentina Pizzi entra nella giunta De Santis. Laporta: “Ribaltone”. Il sindaco: “Collaboriamo per la città”. Deleghe anche alla consigliera Salvemini

di Marilena Rodi

Colpo di scena politico a Cellamare. È proprio il caso di dirlo. Il sindaco Michele De Santis, ieri sera durante il consiglio comunale convocato per la prima volta nella nuova aula consiliare, ha annunciato il nome del nuovo assessore alle Politiche giovanili e allo Sport, Valentina Pizzi, del gruppo Liberamente, gruppo creato dopo la separazione dal gruppo di Cellamare cambia un po’ di mesi addietro e inizialmente all’opposizione. Alcune deleghe sono andate anche all’altra consigliera del gruppo, Margherita Salvemini, più precisamente quelle al sociale.

La cosa, certamente, ha creato malessere e mugugni nelle file della maggioranza eletta. Michele Laporta, ex sindaco ed ex assessore della prima giunta De Santis, ha parlato di ribaltone: “È quello che è accaduto in consiglio a Cellamare. Due consiglieri eletti all’opposizione passano in maggioranza con l’incarico di assessore e consigliere delegato del sindaco. Tradito il voto dei cittadini di Cellamare”.

“Nessun tradimento – replica il sindaco De Santis – perché due consiglieri di maggioranza attualmente in consiglio non potevano assumere l’incarico di assessore per questioni private e ho chiesto la collaborazione di Valentina Pizzi e Margherita Salvemini che hanno accettato. La città ha bisogno di istituzioni presenti e operative e da troppo tempo su di me ricadevano troppe deleghe. Peraltro sia Eliana Zammataro che Gianluca Vurchio furono più volte invitati ad assumere il ruolo di assessore, ma entrambi si rifiutarono, creando loro il distacco. Infine, e non è un dettaglio per quanto mi riguarda, le consigliere Pizzi e Salvemini sono da sempre propositive e partecipano attivamente alle commissioni apportando sempre contributi apprezzabili. Dalla minoranza non hanno detto solo ‘no’, ma spesso si sono date da fare per costruire soluzioni per i cittadini. Cosa che altri non hanno fatto e non fanno tuttora”.

“E poi – sorride De Santis – chi parla di tradimento dovrebbe spiegarmi perché mi ha rimosso dalle amicizie su facebook. Non che io sia particolarmente attivo sui social, perché preferisco parlare in faccia alle persone, ma è giusto per rispondere a chi si è sentito tradito. Ma poi, come dovrei sentirmi io che vengo attaccato continuamente su facebook sempre dagli stessi consiglieri che dicono di essere di maggioranza?”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.