Cellamare, inaugurazione sala consiliare. Il consigliere Vurchio alza la voce: “Il sindaco mente ad arte. Sgarbatezza istituzionale senza precedenti”

Cellamare, inaugurazione sala consiliare. Il consigliere Vurchio alza la voce: “Il sindaco mente ad arte. Sgarbatezza istituzionale senza precedenti”

“Una inaugurazione al veleno quella della sala consiliare del Castello Caracciolo del Comune di Cellamare”. Il consigliere comunale e presidente dell’Anci giovani Puglia Gianluca Vurchio – probabilmente “avversario” del sindaco Michele De Santis nelle amministrative di maggio prossimo – il giorno dopo l’inaugurazione e le polemiche sortite dopo alcune dichiarazioni da parte di esponenti politici, interviene nella vicenda con una nota stampa inviata alla redazione: “Ho appreso dell’inaugurazione della sala consiliare del castello Caracciolo – tuona Vurchio nella nota – appena 24 ore prima e per puro caso notando un manifesto dell’evento affisso all’interno di un esercizio commerciale locale. Tenuto completamente all’oscuro di tutto. È falso – prosegue – dire di aver invitato tutti i consiglieri comunali. Invito mai pervenuto. Una sgarbatezza istituzionale che non conosce precedenti nella storia politica locale e dove diventa doveroso riportare ai cittadini la verità”.

“Il sindaco – aggiunge Vurchio – mente ad arte sapendo di mentire e le bugie hanno sempre le gambe corte. D’altronde, cosa potrei aspettarmi dopo che la mia persona, nella sua qualità di consigliere comunale, ha sollevato dubbi sulla concessione del nostro castello Caracciolo fornita per eventi del tutto privati e a “porte chiuse”, senza che ci fosse un regolamento comunale che ne disciplini le modalità di concessione? Una concessione ben al di fuori del rispetto delle norme. Un bene di valenza storico culturale e oggetto di finanziamenti diversi per ben oltre 3milioni di euro negli ultimi anni come il nostro castello Caracciolo merita rispetto e non può essere concesso per fini che non rientrano in quelli istituzionali dell’ente, è cosa molto grave. Sul tema delle concessioni irregolari – continua – ho già scritto agli uffici comunali competenti e non escludo di depositare segnalazioni dettagliate alle autorità competenti, al fine delle opportune valutazioni”.

“Al presidente del Consiglio regionale della Puglia Mario Loizzo – sottolinea poi il consigliere – che per il ruolo che riveste “dovrebbe” mantenere un ruolo “al di sopra delle parti”, mando un caro saluto e un invito all’informazione e alla verifica prima di esprimere giudizi su persone e amministratori locali all’interno di una sala consiliare che rappresenta la massima assise cittadina, ricordandogli – facendo riferimento al suo discorso tenuto in sede di inaugurazione – che il regolamento comunale del comune di Sannicandro di Bari, suo comune, approvato con delibera di consiglio comunale n. 5 del 27.02.2014, non prevede assolutamente la concessione per il Castello Normanno Svevo per eventi di “natura privata e a porte chiuse” e che lo stesso regolamento fa esplicito richiamo a eventi “di qualità” che richiamano specifici fini istituzionali dell’ente. I cittadini di Cellamare meritano rispetto”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.