Cellamare, il servizio civile ‘Menhir’ fa tris. Vurchio: “Le associazioni locali, il vero cuore pulsante della nostra comunità”

Le associazioni locali sono il cuore pulsante della comunità, parola del consigliere Gianluca Vurchio. Cellamare fa il tris nel servizio civile nazionale con il progetto ‘Menhir’

Il Servizio civile nazionale continua a farsi strada, e ai volontari del soccorso di Cellamare, lo fa per il terzo anno consecutivo. Dopo l’approvazione del progetto comunale, arriva il momento dell’associazione dei Volontari del soccorso e di protezione civile, aderente all’Anpas (Associazione nazionale pubbliche assistenze) che attraverso apposita progettazione, ha presentato un progetto per fini sociali e per il potenziamento dell’offerta dei servizi sanitari, approvato e finanziato, prevedendo l’impiego di quattro operatori volontari di Servizio civile nazionale.

Particolare è stato l’impegno da parte dell’associazione negli ultimi anni proprio sul Servizio civile nazionale, che vede la sede dei Volontari del soccorso come sede accreditata per il secondo anno consecutivo, con un’esperienza formativa non indifferente e soprattutto a favore di chi ne ha più bisogno.

“Il tema del Servizio civile nazionale è un tema che abbiamo sempre seguito con particolare attenzione – spiega Francesco De Sario, presidente dell’associazione – dove, da qualche anno, di concerto con l’intero gruppo dirigente associativo, abbiamo deciso di presentare, per il terzo anno consecutivo e con la preziosa collaborazione degli uffici dell’Anpas nazionale una proposta progettuale, che possa risultare un’opportunità per l’intera comunità mirando anche al potenziamento dei molteplici servizi da noi offerti, soprattutto verso chi si trova in stato di difficoltà e bisogno. L’occasione è anche e sopratutto per i giovani (la partecipazione alle selezioni è consentita dai 18 ai 28 anni). La progettazione, denominata “menhir” vuole intervenire per il miglioramento dei servizi erogati dall’associazione, per avvicinare i giovani al settore dell’assistenza al cittadino promuovendo, tramite un’esperienza pratica, i valori della solidarietà, contribuire alla diffusione della “cultura dell’emergenza, formando i giovani in servizio civile come operatori professionalmente preparati al servizio di ambulanza e trasporto assistenziale/sanitario”, oltre al potenziamento di altri servizi che l’organizzazione di volontariato eroga sull’intero territorio”.

“Per la comunità di Cellamare, sensibile da sempre al tema del Servizio civile nazionale – commenta Gianluca Vurchio, consigliere comunale – l’approvazione e il relativo finanziamento di un secondo progetto rappresenta una importante opportunità per il nostro territorio. L’impegno costante e dedito di questa associazione è per noi tutti un esempio tangibile di cittadinanza attiva e dimostra anche come funzionano, in termini progettuali, le associazioni di volontariato. Il nostro piccolo comune può sicuramente ritenersi fortunato in tal tema perché si nutre del profondo valore dell’associazionismo, considerando le associazioni presenti e ampiamente operative. È importante – conclude Vurchio – tenere sempre alti i fari sul tema dell’associazionismo locale, essere di supporto alle nostre strutture associative, affinché si fortifichi quell’associazionismo e sviluppo locale, perché esso rappresenta, senza dubbio, il cuore pulsante di una società”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.