Ponti e viadotti dell’area metropolitana di Bari, concluso il monitoraggio: 23milioni di euro per controlli e indagini tecniche

23milioni di euro per il monitoraggio di ponti e viadotti delLa città metropolitana di Bari. Conclusa l’indagine sulle infrastrutture richiesta dal Ministero

420 strutture di cui 115 tra ponti e viadotti. E’ questo il dato delle infrastrutture dell’area metropolitana di Bari sottoposte a monitoraggio dopo i fatti di Genova. “Dai riscontri dei sopralluoghi effettuati dai tecnici del servizio viabilità – fa sapere Michele Laporta, consigliere metropolitano con la delega alla viabilità – sono state confermate le maggiori criticità, già note, lungo la strada provinciale 231, ex statale 98, da Modugno a Corato. Per il resto non sono emerse particolari situazioni a rischio se non il degrado superficiale derivante dagli agenti atmosferici”.

Il dirigente del servizio viabilità della Città metropolitana di Bari, l’ingegner Maurizio Montalto, ha provveduto a inviare al Provveditorato alle opere pubbliche il dossier contenente il monitoraggio dello stato di conservazione e manutenzione delle opere infrastrutturali viarie di competenza (1700 km di strade extraurbane provinciali).

“Abbiamo rispettato la scadenza fissata dal Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti”, ha commentato Laporta (la scadenza era il 30 agosto).

Monitorate, dunque, 420 strutture di cui 115 tra ponti e viadotti. “Le risultanze – ha proseguito Laporta – in termini di necessità finanziare sono state così ripartite: 13milioni per lavori su infrastrutture già monitorate, 1,5milioni per indagini tecniche e 9milioni per manutenzione ponti e viadotti da monitorare”.

“Sento il dovere – ha aggiunto il consigliere – di ringraziare, a nome di tutto il consiglio metropolitano, il dirigente e tutti i tecnici del servizio viabilità per la piena disponibilità e collaborazione. Pur avendo a disposizione tempi ristrettissimi, poco più di 10 giorni, hanno compiuto sopralluoghi su tutta la rete viaria provinciale. Restiamo ora in attesa delle decisioni del governo, soprattutto in termini di disponibilità economiche finanziarie da mettere a disposizione degli enti locali pugliesi (Comuni, Provincie e Città metropolitana)”.

“Mi preme ancora una volta – ha concluso – evidenziare che la Città metropolitana di Bari versa ogni anno allo stato ben 40milioni di euro quale contributo al risanamneto della finanza pubblica. Ovviamente tali risorse in larga parte vengono sottratte ai capitoli di bilancio della manutenzione ordinaria di strade e scuole. Basterebbe che tale prelievo dalle casse della città metropolitana a favore dello stato centrale venisse dimezzato per poter procedere autonomamente agli interventi necessari per mettere in sicurezza strade e scuole di nostra competenza”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.