Cellamare eventi, in corso ‘Il MaRe Verticale: tra musica, poesia e filosofia’ al Castello Carracciolo

Al Castello Caracciolo di Cellamare è in corso uno degli eventi estivi allestiti per il 2018: ‘Il Mare verticale: tra musica, poesia e filosofia’

Una settimana di eventi romantici: 6 eventi che alternano la poesia alla musica e alla filosofia. A Cellamare, al Castello Caracciolo nel centro storico, è in corso il programma dell’evento ‘Il mare verticale: tra musica, poesia e filosofia’, promosso dal Circolo Vento adriatico e Circoli virtuosi e a ingresso libero.

Oggi è previsto ‘Dito per dito, palmo per palmo’, poesie in acustico a cura di Senderos de viento, di Domenico Susca (chitarra classica) e Nadezda Nim (voce recitante). Si comincia alle 21. “I sentieri del vento – fanno sapere i promotori – sono quelli che si scavano nei muri coi cucchiaini, quelli che vanno in direzione dell’orizzonte, schivando i posti di blocco, eludendo i check points. Sono le striature di muschio che invadono il grigio rigore del cemento. Sono le folate di note che portano l’altrove qui e il qui altrove. Sono i nodi con cui litiga il pettine, l’erba cattiva che ostinata sopravvive al pesticida. I sentieri del vento sono quelli che non si trovano in nessuna mappa. Si muovono insieme a chi li percorre. Scorrono, scavano, erodono, come l’acqua”.

Si prosegue domani, martedì 4 settembre, sempre alle 21, con ‘Ho tutte le carte in regola’, a cura di Antonella Vairano e Antonio Rotondo (voci narranti-poeti), e Nidoja di Nicoletta D’Auria alla viola e Domenico Monaco alle percussioni). Ispirati dal titolo di un noto brano del cantautore livornese Piero Ciampi i due poeti Antonella Vairano e Antonio Rotondo con il progetto Ho tutte le carte in regola danno voce alle differenti forme dell’Amore. Con la lettura delle poesie tratte dalle loro opere ’29 Note’ di Antonella Vairano e ‘Le 12 lune’ di Antonio Rotondo i poeti intendono realizzare un viaggio onirico e altrettanto reale ed esistenziale del delirio amoroso.

Mercoledì 5 settembre alle 21 è previsto l’evento ‘E dalle spine nascì la rosa’, a cura di Stefano De Dominicis (voce e chitarra battente) e Salvatore Simonetti (chitarra classica e battente). Un viaggio per le vie della musica popolare, tra canti della tradizione del Sud e composizioni originali tratte da “Avast”, l’opera prima dei Soballera.

Giovedì 6 settembre, infine, sempre alle 21 andrà in scena ‘In-canti.. di donne’, canti popolari da tutto il mondo. Nel nome un doppio significato: in-canti perché si auspica un coinvolgimento attivo del pubblico presente, infatti cantare è comunicazione, socializzazione, conoscenza ed accettazione degli altri; sia perché si vuole incantare con i brani del repertorio che sarà proposto, espressione delle culture popolari e tradizionali di tutto il mondo.

L’evento è patrocinato dal Comune di Cellamare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.