Cellamare, scattano i controlli sulla raccolta differenziata, il sindaco De Santis: “Molti i bollini per errato conferimento”

Avviati i controlli sulla raccolta differenziata dei rifiuti a Cellamare. Il sindaco De Santis: “Molti i bollini apposti sulla indifferenziata per errato conferimento”

di Marilena Rodi

Sono iniziati a Cellamare i controlli per l’esatto conferimento dell’indifferenziato e molti sono i bollini apposti per errato conferimento dei rifiuti. Il sindaco, Michele De Santis, ha avviato una campagna di controllo sulla raccolta dei rifiuti, in particolare sul residuo secco: “L’amministrazione comunale di Cellamare – fa sapere – ringrazia la maggioranza dei cittadini che mostra, da sempre, un comportamento corretto nella gestione della raccolta differenziata dei rifiuti, ma, purtroppo, ha anche potuto constare l’erronea raccolta e conferimento dell’indifferenziato”. Così da questa settimana sono cominciati i controlli: “I cittadini – continua De Santis – segnalati sono pregati di controllare le proprie busteed effettuare in modo preciso la selezione dei rifiuti. Nell’indifferenziato non può essere inserito di tutto, la plastica, la carta, alluminio va differenziata nei giorni previsti, per non parlare dell’umido. Sono stati effettuati anche controlli e pulizia delle strade periferiche e sono stati individuati alcuni trasgressori che saranno adeguatamente sanzionati”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non si può dire che i cittadini non fossero a conoscenza. La campagna di controllo era stata preannunciata proprio dal sindaco: “A seguito della verifica periodica dei rifiuti – spiega – si è riscontrato un aumento consistente del quantitativo di rifiuti indifferenziati che comporta, naturalmente, anche un maggior costo da sostenere. Pertanto abbiamo deciso di avviare la campagna di controllo e verifica in città e in periferia. Troppo spesso registriamo condotte poco virtuose da parte di alcuni cittadini che non effettuano con la dovuta attenzione la selezione dei rifiuti”.

“La riluttanza di parte cittadini – spiega ancora il sindaco di uno dei paesi ricicloni d’Italia – che si rifiutano di effettuare in modo corretto la raccolta differenziata, rischia di compromettere, in parte, l’impegno della maggior parte dei cittadini che da subito, hanno adottato comportamenti collaborativi, civili e virtuosi. Ricordo che la percentuale media dei rifiuti indifferenziato è di 70/75Kg ad abitanti, noi purtroppo abbiamo superato i 90 Kg pro-capite”.

Come si sta svolgendo l’attività di controllo, verifica e monitoraggio sulle modalità di conferimento dei rifiuti? “Gli operatori addetti – riferisce De Santis – accompagnati della Polizia Municipale, e dalle Guardie Eco-zoofile, procederanno alle verifiche con l’apertura dei contenitori e/o delle buste per controllare la composizione e la rispondenza dei rifiuti contenuti alle indicazioni fornite dal calendario di raccolta. Se dal controllo risultasse la non corrispondenza circa il contenuto della frazione oggetto di raccolta, i rifiuti non verranno ritirati, verrà apposto uno specifico adesivo, e i cittadini dovranno provvedere a effettuare una corretta selezione dei rifiuti. Inoltre – aggiunge – tutte le anomale riscontare saranno trasmesse agli uffici competenti che provvederanno ad adottare eventuali sanzioni nei confronti dei cittadini che avranno commesso più volte le suddette infrazioni”.

Dai primi controlli di questi giorni cosa state riscontrando? “Esattamente quanto previsto. E cioè che nella busta alcuni cittadini inseriscono di tutto: plastica, carta, umido.. Dai controlli, la prima volta viene apposto bollino rosso e la raccolta non viene ritirata per permettere ai cittadini di sistemare i rifiuti per il successivo ritiro, ma poi viene stilato un apposito elenco in cui saranno inseriti i recidivi che saranno sanzionati. Naturalmente – prosegue – verranno segnalati anche tutti quei cittadini, che ancora oggi, non effettuato per nulla la raccolta differenziata, cioè quelle persone che in qualsiasi giorno, per settimane, mesi, non depositano fuori della propria abitazione alcun tipo di rifiuti”.

“La qualità dell’ambiente ed il decoro urbano – conclude il sindaco di Cellamare – sono principi necessari e prioritari per tutti, ma dipendono anche dal nostro impegno e dalla nostra sensibilità. Se ognuno di noi sarà consapevole delle proprie responsabilità e dei doveri civici da rispettare, potremo beneficiare di un ambiente sano e non soggetto al degrado”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.