Casamassima, Nica Ferri: “Non mi candido. Presto una scuola di formazione politica a Casamassima”. Violante: “Ci sono”

Nica Ferri non si candida per il turno elettorale amministrativo a Casamassima del 10 giugno. La notizia questa mattina dopo aver lanciato il progetto della scuola di formazione politica.

di Marilena Rodi

Nica Ferri non sarà candidata per le prossime elezioni amministrative a Casamassima. La notizia oggi in diretta dal palco dell’evento cui ha preso parte Luciano Violante, già presidente della Camera e parlamentare di lungo corso. “Sono reduce – ha detto Ferri – da una fresca esperienza amministrativa e mi sono resa conto che occorre una profonda conoscenza della macchina governativa. E poi che in Italia non esiste un percorso formativo per figure tipo il City manager. Per questo abbiamo pensato che la Fondazione Mons. Sante Montanaro, nel prossimo futuro, possa avviare una scuola di formazione politica sul territorio e per il territorio, e per questo se il presidente Violante ci onorerà del suo sostegno, noi vorremmo strutturarla”. “Volentieri – ha risposto l’ex presidente – in Italia sono in corso esperimenti in tutta la penisola, perché c’è un gran bisogno di formazione civica, prima che politica. Per cui sì, accolgo molto volentieri l’invito”.

L’evento di stamattina presso l’auditorium dell’Addolorata a Casamassima, organizzato per celebrare la Giornata la memoria delle vittime di mafia e la Giornata mondiale della libertà di stampa, è stato voluto dalla nostra testata giornalistica e la Fondazione Mons. Sante Montanaro, e aveva come tema la democrazia. Democrazie senza memoria è il saggio che Violante ha pubblicato con Einaudi nel 2017 ma che in alcuni passaggi sembra scritto ieri.

Cos’è il city manager. Una figura collante e competente, esistente attualmente solo negli Stati uniti. E’ una figura assunta dal consiglio comunale, in considerazione delle sue capacità manageriali e non dell’appartenenza politica, che sovrintende all’amministrazione municipale, nomina i capi dei dipartimenti in cui si articola l’organizzazione municipale e cura l’attuazione delle politiche decise dal consiglio. Il city manager è di solito assunto con contratto a tempo indeterminato ma il consiglio può licenziarlo in ogni momento.

In Italia non esiste questa specifica figura, così come non esiste ancora un percorso di formazione specifica. La scuola di formazione politica della Fondazione Mons. Sante Montanaro potrebbe avere tra i suoi obiettivi quelli di recuperare i fondamentali, come ha spiegato Violante. Al di là dell’appartenenza (o la simpatia) politica. I fondamentali del diritto, della filosofia politica e dell’educazione civica, oltre che della storia delle dottrine politiche (e dei partiti). Se non si conosce quali sono cause ed effetti dei fenonemi che ci hanno preceduti, difficilmente avremo una lente per leggere i fenomeni attuali.

Annunci

Un pensiero su “Casamassima, Nica Ferri: “Non mi candido. Presto una scuola di formazione politica a Casamassima”. Violante: “Ci sono”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.