Cellamare, l’istituto Ronchi porta in scena la scienza. La presidente Zammataro: “Un successo culturale”

A Cellamare l’istituto comprensivo Ronchi porta in scena la scienza. Realizzato uno spettacolo teatrale sul moscerino della frutta e dell’aceto. La presidente Zammataro: “Un successo culturale”.

Va di scena la scienza. Protagonisti i ragazzi delle classi 1 e 2B del tempo prolungato della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo Ronchi di Cellamare che hanno realizzato uno spettacolo teatral-scientifico sulla Drosophila Melanogaster. Ovvero il più comune moscerino della frutta e dell’aceto.

“Un viaggio – spiega la presidente del consiglio di istituto Eliana Zammataro – attraverso la natura e le sue leggi, un percorso che ha trasportato tutti in un luogo dove arte e cultura si incontrano con la scienza. Nato da un’idea dell’insegnante di scienze, la professoressa De Orsi, e realizzato con i ragazzi e con la collaborazione delle altre colleghe, in particolare delle professoresse Robles, Matteucci e Tagarelli, dei genitori e dei collaboratori scolastici, in particolare della sig.ra Ivagnes, lo spettacolo è interdisciplinare e assolutamente trasversale per tutte le arti e materie contemplate nella sua messa in scena: danza, musica, attività motoria, letteratura, scienza, arte pittorica e figurativa, scenografia, arte attoriale ed interpretativa, i fili conduttori di questa pièce che ha visto lo studio dei moscerini della frutta applicato alla rappresentazione teatrale nella sua totalità”.

“Con questo metodo – aggiunge la presidente – scelto dall’insegnante per meglio coinvolgere, supportare, stimolare e migliorare l’apprendimento di argomenti considerati da sempre ostici, ci si è addentrati nei meandri della genetica utilizzando il moscerino della frutta, ovvero la drosophila melanogaster, organismo d’elezione, per le sue caratteristiche, della ricerca genetica  e degli studi sull’ereditarietà, e nella divulgazione biologica, per meglio comprendere l’evoluzione della specie e i comportamenti umani, considerate le notevoli e innumerevoli similitudini con la specie umana. Geniali i vari parallelismi tra le due specie, in modo particolare quello sul corteggiamento e l’utilizzo dei quattro elementi della natura da cui trae origine la vita”.

Dunque un successo? “Sì – risponde – un successo che fa ben sperare in una evoluzione dell’insegnamento, che senza, minimizzare, semplifichi argomentazioni particolari a vantaggio dell’immediatezza della comunicazione che supporti l’attività didattica rendendola anche dinamica. Un linguaggio che focalizza l’attenzione utilizzando una struttura interdisciplinare con finalità educative e aspetti interculturali non può che essere condiviso e sempre più applicato alla realtà scolastica del futuro. Il nostro istituto – conclude – si conferma, ancora una volta, al passo con i tempi, all’avanguardia ed oltre ogni limite strutturale di sorta”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.