Casamassima, la giungla politica accieca la visibilità. Uno scenario indefinito

Casamassima, campagna elettorale. La giungla politica accieca la visibilità. Uno scenario ancora piuttosto indefinito.

di Marilena Rodi

La giungla politica locale – a distanza di poche settimane dal voto – si infittisce. La strada non è spianata, e percorrendola qualcuno potrebbe perdersi perché non ci vede più. Dopo il 4 marzo nulla è più lo stesso. Lo spartiacque – per quanto chiaro – ha ingarbugliato i piani dei politici (veterani), ringalluzzito i desideri dei civici (dagli ex Udc agli autonomisti di nuova generazione ai liberi di cessiana memoria), e avvilito i sogni del riscatto per il centrodestra locale frammentato (colpa di Birardi?).

Lo scenario non sembra entusiasmare manco i commentatori habitué di questa campagna elettorale, piuttosto sottotono. Allora per caso, nelle ultime ore, ci è capitato di fare telefonate, incontrare persone, leggere appunti e messaggi fugaci, intercettare battute, annusare fili rossi di possibili accordi non visibili, leggere trattati futuri tra forze politiche, e allora la curiosità ci ha portati a fare alcune considerazioni. Prendiamole per quello che sono, considerazioni fluttuanti in uno scenario nazionale liquido che riflettono una realtà gassosa. Di che natura sia il gas ci interrogheremo..

Ironia dell’analisi in questa sede. Vediamo un centrodestra in balia dei suoi blasoni storici, perdere probabilmente anche l’opportunità di ritrovarsi unitamente sotto il nome di Agostino Mirizio perché forse l’ex sindaco Mimmo Birardi potrebbe aver pensato a una ricandidatura (ma ignoriamo se sia vero e soprattutto da chi sia sostenuta), o forse perché qualche giovane di buon intendimenti potrebbe aver sognato la sua candidatura (ma anche qui ignoriamo chi siano le menti a supporto). Poi quel che resta di Direzione Italia, il tentato partito di Raffaele Fitto che aveva (ha?) in Gino Petroni il suo presidio locale: che farà Petroni? Resterà nel centrodestra o chiederà udienza al gruppo civico? Vedremo.

Il civismo casamassimese – che dal 2011 vede nel gruppo di Autonomia cittadina il suo baluardo epistemologico – da dicembre è orientato a sostenere (insieme a un’altra civica, Civicamente, forse insieme a quel che resta di Udc) la candidatura del giovane avvocato Giuseppe Nitti, cugino di quei Nitti Alessio già impegnati uno con il centrodestra nei primi anni 2000, l’altro con il centrosinistra subito dopo. Evidentemente le esperienze partitiche hanno contribuito alla scelta civica (non quella di Monti, però).

La partita, tuttavia, ora si gioca a centrosinistra. Ancora una volta il centrosinistra casamassimese (che da 20 anni almeno crea le sorti di Casamassima e le orienta) può fare la differenza (non come lo slogan di Vito Cessa del 2015). Può fare la differenza nel senso che i voti storici (quelli resilienti raccolti il 4 marzo tra Pd e Leu) potrebbero accompagnarsi a una compagine civica (una inteso come natura civica, non come una lista) e tentare di avere un peso nella scelta – dal ballottaggio in poi – del nuovo sindaco della città. È nel Pd che si gioca allo spareggio. C’è chi vuol sostenere la linea della candidatura dei segretari, chi invece vorrebbe individuare un candidato eroico che possa sacrificarsi (l’importante è entrare in consiglio e fare presidio). Se prevalesse la linea dei segretari il più suffragato all’interno dell’alleanza potrebbe essere quello del Pd, questo significherebbe appoggio a Nitti in fase di ballottaggio. Potrebbe..

Poi ci sono i 5 stelle e i civici di Lorenzo Ronghi, due liste che probabilmente correranno da sole. I pentastellati in queste ore sono indaffarati a trovare la quadra del governo, ma su Casamassima hanno le idee chiare da tempo. Ma Ronghi, che la settimana scorsa ha presentato il suo ‘Progetto Casamassima’, pare avere altrettante idee chiare. Da soli però non si va molto lontani. Anche qui staremo a vedere.

Chi non ha deciso ancora che fare è Nica Ferri, corteggiata da destra e sinistra, non avrebbe ancora sciolto le sue riserve.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.