Casamassima, la Lipu rilancia il progetto ‘Un nido per il Falco grillaio’

A Casamassima il gruppo Lipu, attento da sempre alla popolabilità del Falco grillaio, rilancia il progetto ‘Un nido per il Grillaio’.

Anche se la primavera sembra ancora molto lontana, è questo il momento migliore per istallare un nido artificiale e preparare una degna accoglienza ai migratori. Così anche quest’anno torna l’iniziativa Lipu a sostegno della colonia di Falco grillaio nel borgo antico di Casamassima, “Un nido per il Grillaio”.

L’obiettivo, oltre ad assicurare un sito idoneo per la nidificazione, è quello di sensibilizzare i cittadini facendo loro conoscere le particolari abitudini della specie, da considerarsi un vero e proprio concittadino alato. Il centro storico di Casamassima rappresenta un importante sito di recente colonizzazione da parte del Grillaio.

Grazie all’attività di censimento e alle osservazioni scientifiche della colonia locale condotte in questi anni dagli studiosi della Lipu, si conferma la presenza di circa 200 Falchi grillai (Falco Naumanni) che hanno trovato nel borgo antico le condizioni ideali per nidificare.

Questi piccoli rapaci compiono una migrazione di migliaia di chilometri: dalle regioni subsahariane dell’Africa, i Grillai giungono ogni anno nella nostra regione per annunciare la primavera e per riprodursi. Nidificano nel cuore della città utilizzando gli spazi sottocoppali, i sottotetti e tutte le aperture presenti sulle facciate delle antiche costruzioni quali case, chiese, campanili e monasteri.

A causa di ristrutturazioni poco attente e superficiali, anno dopo anno stanno scomparendo gli spazi naturali per la nidificazione del Grillaio, mettendo a serio rischio la sua presenza in città per il futuro. La tutela dei siti naturali del Grillaio e l’istallazione di nidi artificiali, contribuisce a dare prestigio alla città di Casamassima valorizzando lo stretto legame tra architettura e natura ed è legata alla volontà di ogni singolo cittadino ad accoglierlo e continuare a favorirgli uno spazio per la nidificazione sul tetto della propria abitazione.

Per richiedere informazioni e costi inerenti l’iniziativa è possibile contattare il gruppo locale della Lipu al numero 3497387804; oppure su Facebook.

Per i cittadini che non risiedono nel borgo antico è possibile adottare nidi artificiali per sostenere altre specie migratrici minacciate come la Rondine e il Rondone, nidi per i piccoli passeri che vivono in città e batbox.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...