Resto al sud, incentivi per i giovani under 35. Lunedì un convegno per spiegare come attingere ai fondi

Resto al sud. Gli incentivi per gli under 35 saranno illustrati al Palazzo della Città metropolitana lunedì prossimo su iniziativa del consigliere Lello Longobardi.

Il consigliere della Citta Metropolitana di Bari delegato alle Politiche comunitarie Lello Longobardi,  organizza per lunedi 29 gennaio prossimo (dalle 10 nella sala Consiliare del Palazzo della Città Metropolitana di Bari), il convegno “Resto al sud” nuovi incentivi per Under 35 del Mezzogiorno.

Saranno presenti il sindaco metropolitano Antonio Decaro, il vicesindaco metropolitano Michele Abbaticchio, il consigliere metropolitano delegato alle Politiche comunitarie Lello Longobardi,  Giuseppe Coco consigliere economico del Ministro De Vincenti, Raffaele Lagravinese docente di Economia politica dell’Università di Bari e consigliere economico del Ministro De Vincenti, Vincenzo Durante responsabile occupazione incentivi e innovazione di Invitalia spa, Elbano De Nuccio presidente Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili della Provincia di Bari, Michele Locuratolo consigliere Ordine dei dottori commercialisti con delega alla Finanza e all’internazionalizzazione.

L’ iniziativa prevede inoltre il rilascio di 3 crediti formativi riconosciuti dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Bari. L’iniziativa si propone come un importante momento di approfondimento di una misura di autoimprenditorialità finalizzata allo sviluppo economico e sociale del nostro territorio.

Cosa prevede il decreto Resto al sud
Avviare un’attività per i giovani  tra i 18 e i 35 anni di età, nelle regioni del Mezzogiorno d’italia: la misura prevede un contributo a fondo perduto fino a 40mila euro. L’agevolazione si compone di un 35% come finanziamento a fondo perduto e il restante 65% come prestito a tasso zero riconosciuto dalle banche con la garanzia statale del Fondo centrale. L’incentivo, gestito da Invitalia, è riservato ai nuovi imprenditori nei settori dell’agricoltura, dell’artigianato e dell’industria e fornitura di servizi. Il bando prevede l’erogazione di massimo 200mila euro ad azienda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.