Manca ormai una manciata di giorni alla 40ima edizione della Pentolaccia, il carnevale casamassimesi che da 4 decenni arricchisce i festeggiamenti con gruppi mascherati e carri allegorici. Sabato 4 e domenica 5 marzo le vie centrali del paese saranno ripiene di colore e divertimento con carri allegorici, gruppi mascherati, folklore e danze a cura della Pro Loco e del Comune di Casamassima Assessorato al “Marketing Territoriale, Cultura e Turismo”.

Con un programma che celebra il passato aprendosi al futuro, la manifestazione ambisce a tornare uno dei più importanti Carnevali del Sud Italia regalando due giornate di puro divertimento. “Quaranta edizioni sono tante – osserva il presidente Pro loco Francesco Villari – e abbiamo pensato di guardarci indietro e raccontare i primi quattro decenni di una festa che è amata e attesa. Lo faremo con una mostra scenica allestita in Palazzo Accadia e chiamando a rapporto i presentatori storici dell’evento. Ma la tradizione si apre alle nuove generazioni, infatti molti giovani si sono lasciati coinvolgere nell’organizzazione proponendo una serie di attraenti performance innovative, artistiche e musicali”.

“Sebbene sia assessore da meno di un mese – aggiunge Giuseppe Cupertino – ho già potuto verificare, negli incontri con la Pro Loco, con i carristi e con le tante associazioni che collaboreranno all’evento, la validità e la bontà della Pentolaccia casamassimese. Un evento che, non a caso, quest’anno spegne le sue prime 40 candeline. Come rappresentante dell’amministrazione, ma prima ancora come casamassimese, non posso che esprimere la mia soddisfazione ed apprezzamento per il lavoro che c’è dietro. Passione, attaccamento alla città, voglia di fare, ma anche sacrificio, nel segno degli elementi caratterizzanti del nostro Carnevale: la Pentolaccia e la cartapesta. Il talento dei maestri cartapestai, insieme all’allegoria e all’ironia, dà vita a tre bellissimi carri. Quest’anno sarò ovviamente in piazza, tra le opere in cartapesta, i figuranti, le maschere, i ragazzi delle scuole e delle associazioni, perché l’amministrazione punta molto sulla manifestazione. Invito tutti a fare altrettanto, per vivere insieme un fine settimana in allegria, nel solco della nostra storia e tradizione”.

La manifestazione si svolge a Carnevale finito per rispettare la tradizione, infatti, sin dal dopoguerra, nelle famiglie casamassimesi, come in altre parti di Italia, la prima domenica di Quaresima si rompeva la pignatta seguendo il rito ambrosiano che fa finire il Carnevale la domenica successiva al Mercoledì delle Ceneri. A metà anni ’60 alcuni bravi cartapestai e pittori locali realizzarono i primi grandi carri allegorici portandoli in sfilata a Putignano e riscuotendo sempre maggior successo fino a vincere per diversi anni il primo premio. Nel 1977 la Pro Loco di Casamassima dà vita alla prima edizione della “Pentolaccia Casamassimese” con una grande festa di piazza, la sfilata dei carri e dei gruppi mascherati e l’apertura di un’enorme pentolaccia. Negli anni ’80 Casamassima diventa la prima concorrente di Putignano. Oggi sono numerosi i maestri cartapestai che si dedicano nell’anno all’arte della cartapesta e della costruzione dei carri.

Sono tre i carri allegorici di prima categoria realizzati dai maestri locali della cartapesta che seguono fedeli e maestosi la grande Pentolaccia:

  • Facciamo la differenza … ma che pazienza di Leonardo Cristantielli, Andrea De Filippis e Pasquale Marsala – ass. Maestri della Cartapesta
  • Il sogno americano di Paolo Montanaro – Carneval’arte
  • Barcolliamo ma non molliamo di Francesco Colapinto e Antonello Nanna – ass. Carneval’arte

La “Pentolaccia Casamassimese”, insignita dal 2012 della Medaglia dell’Alto Patronato dalla Presidenza della Repubblica, gode dei patrocini di Gal Sud est barese, Sac e rete delle Pro Loco di Peucetia, Camera di Commercio di Bari e UNPLI, garanzie di lustro ed autenticità.

Tante le attività enogastronomiche che sostengono la manifestazione proponendo degustazioni di pietanze tipiche della tradizione locale. Per le vie del centro cittadino esposizione delle Pupe della Quarantana, emblema di un’antica tradizione quaresimale casamassimese recuperata dall’Archeoclub.

La novità. Le distanze tra Casamassima e New Orleans si accorceranno sensibilmente grazie all’evento “Going to New Orleans” che animerà le due serate della manifestazione. A partire dalle ore 20.30, dopo la sfilata dei carri allegorici e dei gruppi mascherati, piazza A. Moro si trasformerà in una piccola New Orleans con il suo “Mardi Gras”, la festa più importante della città della Louisiana che attrae ogni anno turisti da tutto il mondo. L’evento, patrocinato dal comune di Casamassima, è organizzato dal collettivo ‘The New Orleans Gamblers’ e dalle associazioni ‘Enjoy Maxima’ e ‘Antonio Busto’, in collaborazione con la Pro Loco Casamassima.

A trasportarvi sul delta del Mississippi ci penseranno, sabato 4, i musicisti del ‘The New Orleans Gamblers’ di Vito Schiuma con brani standard, originali o di pura creazione estemporanea, sulle cui note si esibiranno gli artisti dell’Accademia ‘Unika’ di Bari, i quali saranno protagonisti con le loro performance anche della serata di domenica 5.

A condurvi nella cultura americana saranno anche le storie, i racconti e le leggende che comunemente si sussurrano per le vie di New Orleans, che narrano di banditi, streghe e pirati interpretate da attori professionisti.
Oltre alla musica, come in ogni party americano che si rispetti, non potrà mancare il tipico barbecue che consentirà di gustare ricette americane e appositamente studiate per l’occasione, dolci tipici della tradizione carnevalesca nostra e di New Orleans, birra artigianale e cocktail a tema.

Come join the party!

Per maggiori informazioni e aggiornamenti seguite la pagina FB ‘Going to New Orleans’

IL PROGRAMMA:

  • SABATO 4 MARZO

– ore 15.30: partenza della sfilata carnevalesca con carri allegorici e gruppi mascherati da via Bari con arrivo in Piazza Aldo Moro.

Palazzo Accadia (sede Pro Loco): mostra fotografica e scenica “Tutti i colori della Pentolaccia” sui primi quarant’anni dell’evento. L’esposizione resterà aperta nel weekend durante la manifestazione.

– ore 20.30: “Going to New Orleans”, viaggio nella cultura del Carnevale americano con musica e stand gastronomici, a cura delle ass. ‘Enjoy maxima’ e ‘Antonio Busto’.

  • DOMENICA 5 MARZO

– ore 16: partenza della sfilata carnevalesca con carri allegorici e gruppi mascherati da piazza Plebiscito con arrivo in piazza Moro. Seguirà la premiazione e l’apertura della grande Pentolaccia che regalerà gioia e doni a tutti i presenti.

– ore 20.30: “Going to New Orleans”, viaggio nella cultura del Carnevale americano con musica e stand gastronomici, a cura delle ass. ‘Enjoy maxima’ e ‘Antonio Busto’.

LE ASSOCIAZIONI, SCUOLE E BAND:

Collaborano alla manifestazione le scuole 1° Circolo Didattico “G. Marconi” e il 2° Circolo Didattico “G. Rodari” e le associazioni Enjoy Maxima, ‘Antonio Busto’, MentiCreattive, Lipu, Fungai, A.C. Photographers, Apulia Raks Sharqui, gruppi scout Casamassima 1 e 2, Aserc, ACC – ass. cartapestai casamassimesi, Maestri della Cartapesta, Carneval’arte, Pro Loco e Giovani tradizioni di Modugno e l’Accademia Unika di Bari.

Si esibiranno la street band Junior Band Conturband-Setticlavio (24 elementi allievi della Conturband, diretti dal maestro Margherita Di Pierro), e i musicisti del The New Orleans Gamblers di Vito Schiuma.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...