Casamassima, dimissioni Palmieri. Mazzei: “Non abbiamo l’attak alla poltrona. Accetto con riserva”

Mazzei Vito“Non potendo ricoprire la doppia funzione, accetto con riserva l’incarico di consigliere comunale e resto a disposizione del movimento”. Vito Mazzei, segetario dei movimenti Autonomia cittadina e Rivoltiamo Casamassima, ha commentato le dimissioni della ormai ex consigliera comunale. “A nome di tutto il movimento e mio personale – ha detto – ringrazio l’amica Maria Grazia Palmieri e compagna di viaggio in questo percorso politico comune, per la disponibilità, per la correttezza nei rapporti, per la trasparenza e la serietà dimostrata nel mantenere fede agli impegni assunti con il gruppo”. “Il suo gesto – ha proseguito – è un segnale forte nei confronti di coloro che pensano di fare politica cavalcando interessi personali o di lobby finanziarie, o scaldando le poltrone in attesa di vendersi per un piatto di lenticchie, o ingannando i cittadini con dimissioni-farsa e soluzioni astruse che nulla hanno a che fare con la democrazia. Siamo certi che la gente capirà ed apprezzerà il gesto di Mariagrazia, così come siamo altrettanto certi che il suo non è un abbandono”.

“Una lezione – ha sottolineato – per gli amanti dell’Attak che il nostro gruppo ha già dato (vedi le precedenti dimissioni di Fortunato e Rodi) e continuerà a dare. Per noi le parole dignità e coerenza hanno ancora un valore e sono i pilastri che ci sorreggono e ci aiutano a superare i momenti di difficoltà. Una coerenza che deriva da un progetto chiaro sin dalla nascita del movimento, il 2011, che non prevede inciuci in corso d’opera con i partiti di destra o di sinistra che siano. E questo l’abbiamo dimostrato prima con il sindaco Birardi e adesso con il sindaco Cessa”.

“Non abbiamo – ha aggiunto – nessuna ambizione di potere, vogliamo soltanto poter dimostrare alla nostra collettività che siamo in grado di dare un contributo valido e capace, libero e leale. E questo, se un giorno ci sarà data la possibilità di farlo, lo faremo da soli o con i compagni di viaggio che vorranno condividere le nostre idee sin dall’inizio, che vorranno intraprendere un percorso di rottura rispetto ai metodi fallimentari dei partiti. Tra di noi non ci sono primedonne, né vincoli con “i provinciali-regionali” di Bari, che si presentano prima delle elezioni per decidere il destino della nostra città. Le decisioni le prendiamo nel gruppo e ognuno rispetta il mandato ricevuto. Le regole sono semplici e chiare”.

“Per questo – ha concluso – anch’io che sono l’attuale segretario, non potendo ricoprire la doppia funzione, accetto con riserva l’incarico di consigliere comunale e resto a disposizione del movimento, per le scelte che nei miei riguardi riterrà più giusto fare”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...