di Marilena Rodi

Il sindaco di Casamassima Vito Cessa ha ufficializzato ieri la nuova giunta comunale, la squadra di assessori che lo accompagnerà nel prosieguo dell’attività amministrativa. Al primo consiglio comunale utile, quindi, dovrebbe formalizzare in pubblica assise persone e programma. A meno che non gli venga esplicitamente chiesto di rendere noto il programma politico prima. Non ci siamo fatti sfuggire le reazioni che, qualcuna immediata, qualcuna da rincorrere, arricchisce il quadro politico di queste ore.

giuseppe nitti
Giuseppe Nitti

“LiberaCasamassima – fa sapere Giuseppe Nitti – prende atto con moderata soddisfazione della nuova giunta nominata da Cessa e comunica che nessuno dei nuovi assessori è frutto di indicazioni da parte del movimento politico il quale, nonostante la richiesta, si è rifiutato di indicare nomi. La giunta per quanto ne sappiamo è stata frutto di esclusiva iniziativa del sindaco dal quale attendiamo di conoscere il crono-programma con la indicazione dettagliata dei principali obiettivi da raggiungere e i tempi di realizzazione. LiberaCasamassima soltanto dopo farà una valutazione definitiva e potrà accordare il suo sostegno per questa innovativa esperienza di governo cittadino. Al momento non possiamo esprimere altri giudizi”.

Sulla stessa linea Civicamente, che tramite Nicola Guerra fa sapere di aver condiviso

nicola guerra
Nicola Guerra

e sottoscritto quanto espresso da LiberaCasamassima.

“La lista Cessa per Casamassima – è il commento di Vita Calabretto – è certa che la nuova giunta lavorerà per il bene del paese sulla base dei due

vita-calabretto
Vita Calabretto

documenti prodotti intorno al tavolo politico da LiberaCasamassima, Civicamente e dal resto della maggioranza, ivi compreso il crono-programma e il contributo della lista Cessa sui temi di trasparenza e legalità. Noi abbiamo partecipato attivamente nel processo di ricostruzione della maggioranza, suggerendo anche alla giunta di dimettersi. Siamo certi che il sindaco ha operato nella scelta con oculatezza, pertanto confermiamo la nostra convinzione che la nuova giunta lavorerà per il bene del paese”.

adriano-bizzoco
Adriano Bizzoco

Più ermetico il commento del segretario del Pd, Adriano Bizzoco: “Attendiamo che ci sia un momento di confronto con l’amministrazione e poi in consiglio comunale ci esprimeremo”.

Sarcastico il commento di Stefania Verna, del gruppo misto: “Non

Stefania Verna
Stefania Verna

possiamo di certo dare pareri sui nuovi componenti della giunta senza conoscerli. Però possiamo dire che l’estraneità dalle forze politiche è uno status molto relativo”.

Piccato il tono dell’opposizione. “Non conosco i membri della nuova

gino petroni
Gino Petroni

giunta – ha detto ai nostri taccuini Gino Petroni, di Cor – Ma il dato di fatto è che si parlava di tecnici e il sindaco ha tenuto per sé le deleghe più scottanti, e cioè quelle che hanno creato i problemi alla vecchia giunta. Rifiuti, ambiente, acque e istruzione. Mentre il nuovo assessore, l’avvocato Franchini, con contenzioso e appalto, pare più un consulente che un assessore. Le due liste non hanno fatto nomi e scelte specifiche, hanno dichiarato. Ma pensano che i casamassimesi sono così stupidi o che credono a babbo natale? I problemi sono tantissimi e a breve vedremo come risolveranno il Bilancio”.

“Pare evidente – replica Rino Carelli, di Nuovi orizzonti, come dietro la sfrenata voglia del sindaco di rimanere in “sella” con la fascia, non addebitando a se stesso alcuna responsabilità, ma al contrario scaricandole sugli assessori (specie quelli del Pd molto

Rino Carelli
Rino Carelli

suffragati) e dimostrandosi egoista e irriconoscente verso i suoi compagni di viaggio, ci sia una strategia anche dello stesso Pd. Difatti, è più conveniente per il Pd locale andare a nuove elezioni il più tardi possibile (e non tra pochi mesi… altrimenti il Pd casamassimese non otterrebbe neanche i voti dei genitori dei propri candidati), spostando più in là la sfiducia/bocciatura al sindaco, magari dopo febbraio (così si avrebbe un anno e mezzo di tempo per riorganizzarsi -anziché meno di 6 mesi- e si scaricherebbe la responsabilità del fallimento amministrativo sulla persona dello stesso sindaco e dei “rientrati” in maggioranza cioè LiberaCasamassima e Civicamente). Al contempo, tra incroci e vicinanze trasversali, c’è un solo vincitore di queste consultazioni post-dimissioni: LiberaCasamassima e il suo lider maximo: Alessio Nitti (ex vicesindaco di De Tommaso). Costui, esautorato dal Pd locale, si è preso la sua rivincita: ha costretto il Pd in un angolo, ne ha condizionato la cacciata degli assessori (soppiantandoli in giunta con persone “vicine” personalmente… dietro la scusa della lontananza dai partiti) ed ora, con l’addendum della lista Civicamente, si prepara all’assalto alla presidenza del consiglio detenuta da una ex alleata, ma ormai nemica giurata: la dr.ssa Nica Ferri. Alla stessa, sia tramite manifesti che in Consiglio comunale, LiberaCasamassima non ha mai fatto mancare critiche velenose. Mi chiedo: come potrà la dignità personale della Ferri accettare di far parte di una maggioranza commissariata da Nitti? Mistero! La nuova giunta è quindi frutto di ricatti e inciuci, ma durerà sino a che farà comodo al Pd che è pronto a staccare la spina a comando, a meno che, come personalmente mi auspico, non lo faccia qualche altro consigliere di una maggioranza (con la data di scadenza già stampata accanto a quella di produzione) che ami più dei suoi interessi personali la stessa Casamassima. Non entro nel merito di competenze e capacità di una giunta figlia di tali premesse. Casamassima e i suoi cittadini ne escono ancora una volta sconfitti. Ad majora!”.

antonello caravella
Antonello Caravella

“A noi – fanno sapere infine i pentastellati – come alla gran parte dei cittadini casamassimesi, non interessano i giochetti politici, le strategie di “poltrona”, anzi li reputiamo una pessima schifezza da cui nascono le peggiori “porcherie”. A noi interessano i fatti, i provvedimenti per la risoluzione dei troppi problemi e mancanze amministrative che ricadono sulla vita quotidiana dei cittadini, sulla pelle e sulle tasche dei casamassimesi. Allora apprendiamo che, al termine di dimissioni-farsa con azzeramento di giunta e scontato ritiro delle dimissioni, finalmente il sindaco Vito Cessa, dopo un mese e mezzo di trattative e 20 mesi di non-governo cittadino, nomina una nuova giunta formata da nomi esterni alla politica e di alto profilo (al netto delle voci di “cuginanze” e “amicanze” varie) che dovranno lavorare per amministrare. Siamo certi che abbiano il supporto di una maggioranza in consiglio che sia realmente disinteressata al mantenimento del proprio potere partitico e personale e invece davvero interessata al bene comune? Noi, dati i precedenti, assolutamente non ci fidiamo. Continueremo a vigilare”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...