Casamassima, crisi politica: sindaco nel tunnel. “In consiglio a chiedere la fiducia”

di Marilena Rodi

Numerose le riunioni tenute finora, ma nessuna annuncerebbe l’uscita dal tunnel della crisi. Il sindaco appare sempre più solo e alcune forze politiche lo avrebbero già abbandonato. Per stasera sarebbe convocato un nuovo incontro al quale alcuni consiglieri avrebbero già deciso di abdicare.

I fatti. I tiraemolla riguarderebbero i documenti che si sarebbero scambiati in maggioranza senza, però, arrivare ad alcuna conclusione, né tantomeno ad alcun nuovo nome per la composizione della giunta bis eventuale. Il rischio è che l’implosione si ripercuota sull’andamento amministrativo, già in equilibrio precario. Il sindaco continua a prendere tempo invitando le parti politiche e quelle di rimando gli risponderebbero picche. Anzi, la conclusione sarebbe quella di presentarsi in consiglio comunale, di proporre programma politico e nuova giunta e chiedere la fiducia.

Gli atti. “Il sindaco intende rimarcare una piena assunzione di responsabilità in quanto coordinatore della coalizione di centrosinistra, così come viene colta la stessa assunzione di responsabilità condivisa da parte di tutti i componenti di questa maggioranza, attraverso le parole dei propri documenti. È proprio ripartendo da tutta questa realizzazione che, oggi, appare possibile tracciare una linea di demarcazione, oltre la quale tornare a proiettarci verso un comune obiettivo che è fare del nostro meglio per migliorare la qualità della vita dei nostri concittadini e riportare al centro dell’azione politica quotidiana la cura e la tutela della persona, il tutto nel costante rispetto della legalità e della trasparenza”. Firmato Vito Cessa, sindaco di Casamassima.

Sarebbe questo, a nostro parere, il sunto del documento che Cessa avrebbe inviato alle forze politiche Pd, Libera Casamassima, Civicamente, Rinascita per Casamassima, Vito Cessa per Casamassima e Arianna Zizzo. Assunzione di responsabilità spalmata su tutti gli eletti. Questa la considerazione del sindaco, evidentemente. Ma il ragionamento non dev’essere piaciuto molto né a Libera Casamassima e Civicamente (che hanno rispedito al mittente le provocazioni), né, per reazione, a Stefania Verna e Donato Fortunato.

“Ci si riserva – avrebbe concluso Cessa nel suo documento – di perfezionare nei dettagli, in seno alla ricostituita maggioranza, le proposte programmatiche, tutte condivisibili nelle linee generali, indicate nei documenti”.

“Signor sindaco – sarebbe stata la risposta – I movimenti politici Civicamente e LiberaCasamassima, dopo adeguata valutazione della sua analisi sugli sviluppi della crisi amministrativa in atto e del suo documento politico, hanno concordemente ritenuto di non poterne condividere propositi e conclusioni a cui ella è pervenuta”. “Invero, nella sua analisi/documento che ella definisce di sintesi, è proprio la sintesi che manca”.

“Non è più tempo per lei – avrebbero sottolineato le due forze politiche – di altri incontri né dei verbi all’infinito o al futuro su cui è impostato il suo documento, ma è tempo delle decisioni. Lei oggi è chiamata rapidamente, e noi la attendiamo, a fare sintesi nell’unico modo possibile: adottando atti concreti e presentandosi al voto di “fiducia” del consiglio comunale”. “Nomini una giunta secondo il suo libero convincimento – sarebbe il ragionamento successivo – orientata esclusivamente al bene della nostra città; presenti un programma concreto con obiettivi precisi e tempi certi (alcuni le sono sati indicati); chieda ai gruppi della sua coalizione in consiglio comunale di darle una maggioranza. Se la otterrà potrà continuare spedito, diversamente dovrà riconsegnare il mandato senza perdere altro tempo”.

Poi la stangata finale: “La salutiamo ricordandole di aver sollecitato un distacco netto  tra partiti e gestione (Giunta). La battaglia feroce che si sta disputando in questi giorni all’interno del Pd sugli assessori, i cui echi giungono a tutti noi, dimostra quanto la questione sia non più rinviabile”.

“È opportuno per noi sottolineare – mandano a dire invece Verna e Fortunato – che da questo gruppo non c’è stata e non ci sarà nessuna proposta in merito a cariche assessorili. Non vogliamo rifare lo stesso percorso di un anno fa in cui vi è stata data una seconda opportunità, dopo il disastro dei primi mesi di amministrazione incoronata con l’imbarazzante scenario delle famose ‘determine di fine anno’. Opportunità che, sotto vostra richiesta e insistenza, ci ha visti proporvi il nome dell’architetto Francesca Barone, per dare professionalità, integrità e qualità al governo di Casamassima, mai apprezzati e valorizzati a pieno da lei e dalla restante parte della giunta”.

“Più volte – descrivono – le proposte dell’assessore sono state ostacolate, oscurate o considerate non prioritarie”. Segue un elenco dettagliato di situazioni: dal mancato adempimento relativo alla Vas, la Valutazione ambientale strategica; alla questione ponti Auchan; alla gestione della possibile acquisizione delle aree; alla “imbarazzante costante ricerca di occasioni per rimpinguare le casse comunali a discapito della qualità della programmazione e della pianificazione territoriale”; alle “urgenti e personali varianti al Prg”. E poi elencano anche quanto di buono prodotto da Barone: dai progetti finanziati dalla città metropolitana (dal centro storico a Monacelle), al progetto di riqualificazione di Lama san Giorgio, alla progettazione per il rilancio della villa comunale e di piazza Moro. Infine l’avvio del percorso per l’attuazione del nuovo Pug.

“Ci siamo sforzati – concludono i due consiglieri – di farvi capire la priorità di tutto ciò, ma non abbiamo ottenuto nessuna reale risposta positiva. Non possiamo fare altro che augurarvi un in bocca al lupo”.

Resta un mistero, ancora oggi, la reale motivazione che abbia convinto il sindaco a ritirare le dimissioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...