di Marilena Rodi

Dopo l’annuncio da parte di Vito Cessa di aver ritirato questa mattina le dimissioni, le forze politiche si sono adoperate per far quadrare i conti. A quanto pare l’azione del sindaco è stato un coup de théâtre. Stefania Verna del gruppo misto è parsa estranea a una quadratura politica, così come Giuseppe Nitti e Leo Rubino (di Civicamente). La lista che sostiene il sindaco non ha ancora rilasciato dichiarazioni e qualcuno della maggioranza ha preferito il ‘No comment’.

adriano-bizzoco
Adriano Bizzoco

“Se il sindaco ha ritirato le dimissioni – ha commentato ai nostri microfoni Adriano Bizzoco, segretario del Pd – è perchè evidentemente ritiene di aver individuato una strada che consenta alla maggioranza di centrosinistra di ricompattarsi dandosi nuove priorità, un nuovo metodo di lavoro e un nuovo assetto. Per quanto ci riguarda, così come abbiamo ribadito nel documento firmato con altri tre gruppi presenti nel centrosinistra, siamo consapevoli del lavoro che c’è ancora da fare per Casamassima e lealmente continueremo a dare il nostro contributo al progetto e al sindaco, che ha ricevuto un mandato forte e chiaro da parte dei cittadini”. Gli altri 3 gruppi che hanno firmato il documento sono Rinascita per Casamassima, Lista Vito Cessa per Casamassima e una parte del gruppo misto (consigliera Zizzo).

Dalle fila della minoranza Gino Petroni, consigliere di Cor, ha commentato lapidario

Gino Petroni
Gino Petroni

questo gesto: “Un giro di telefonate tra consiglieri e tra esponenti di minoranza per capire che non esiste nessuna sintesi. Il sindaco continua, pur sapendo di non avere i numeri in consiglio, a creare ancora disagi ai cittadini casamassimesi”.

Carelli_rino
Rino Carelli

“Sin dal primo momento – è invece il commento di Rino Carelli, consigliere di minoranza di Nuovi orizzonti – ero persuaso che le dimissioni sarebbero state “temporanee” e che sarebbero servite a “forzare la mano” a qualche forza politica. L’auspicio sincero che mi faccio da casamassimese è che il sindaco abbia ben ponderato tale scelta, sperando non sia solo frutto di un atto autoreferenziale, ma si sia trovata una reale soluzione all’incapacità amministrativa mostrata sino ad oggi. Al momento, non conosco ulteriori elementi (tra cui quale sia la maggioranza consiliare che si è convinta ad appoggiare una ripartenza di Cessa, né la composizione della nuova giunta) per poter esprimere un parere più compiuto”.

“Che Cessa rientrasse – ha riferito Antonello Caravella, consigliere di minoranza dei 5

primo insediamento_antonello caravella
Antonello Caravella

stelle – lo si era capito sin dalle dimissioni. Sin dall’inizio era parsa una farsa. Ora quello che maggiormente interessa è se Casamassima continuerà ad essere così mal governata o no. È chiaro che nutro grossi dubbi. E la crisi di maggioranza è rientrata? Ci saranno nuovi assessori preparati ed in grado di affrontare e risolvere i tanti ed annosi problemi di Casamassima e dei casamassimesi? O si continua a voler prendere in giro tutti senza rendersi conto di quali e quanti danni questo comporta (ed ha già comportato) ai cittadini? Non credo che questo “rientrare” sia una cosa buona per Casamassima”.

Tace, al momento, Autonomia cittadina, in queste ultime settimane al centro di voci che vedrebbero i propri consiglieri appetibili per i numeri che servirebbero a Cessa per proseguire l’azione amministrativa. Cosa che – stando a quanto si vocifera negli ambienti politici – è lungi dall’essere attendibile.

Da questo quadro emergerebbe un dato: il sindaco avrebbe deciso spontaneamente di ritirare le dimissioni, a insaputa delle forze che lo sostengono, e a questo punto riproponiamo i quesiti precedenti. Gli assessori del Pd azzerati erano 3: come accadde per la giunta bis di Mimmo Birardi saranno esautorati gli assessori con il bottino di voti maggiore? Il sindaco stesso sarebbe Pd: significa che la nuova giunta potrebbe fare a meno di qualche Pd? E le altre anime della maggioranza (gruppo misto e lista Vito Cessa per Casamassima) saranno rappresentate? E la presidente del consiglio sarà messa in discussione? Il sindaco tenterà di trovare un ponte anche in opposizione?

vito-cessa-vignetta
Vignetta satirica di Antonio Mariella
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...