Cellamare, i volontari del soccorso nelle zone del terremoto. Missione Tolentino

Sette giorni intensi e di lavoro all’interno del campo di Tolentino, a Macerata, per portare il loro ‘supporto’ nel campo di protezione civile gestito dall’Associazione nazionale di pubbliche assistenze Anpas, sette giorni di presenza dei volontari del soccorso di cellamare con il proprio personale volontario che ha assistito decine e decine di sfollati.

“Abbiamo predisposto una squadra – riferisce Francesco Desario, presidente dei volontari del soccorso – su richiesta della sala operativa nazionale Anpas e in considerazione delle diverse criticità che sono presenti in quelle zona colpite dal sisma con i nostri volontari che sono già formati per operare in situazioni del genere, e per dare il proprio supporto a qualsivoglia tipo di operazione di soccorso e di protezione civile. Non solo i nostri volontari, ma anche un mezzo fuoristrada di protezione civile, per essere di supporto non solo con le nostre risorse umane, ma anche con risorse materiali, utili, in questo caso per raggiungere zone dissestate e per dare manforte alle operazioni di soccorso e ai vari sopralluoghi di natura tecnica. Uomini e mezzi, dunque, messi a disposizione. Riteniamo, come organizzazione – continua Desario – che questa esperienza, dopo quella già fatta a L’Acquila, rimane nella storia associativa grazie ai nostri volontari, Giuseppe D’ursi, Maria Cutrignelli e Michele Serafino che hanno profuso, all’interno del campo, il massimo impegno e in svariati settori, partendo dalla segreteria da campo e finendo all’intera logistica. Una esperienza e un intervento – conclude – che, nel caso di necessità e di bisogno, siamo disposti a ripetere, per portare il nostro supporto non solo come protezione civile, ma anche, se necessario, facendo partire le nostre ambulanze, mettendo a disposizione il nostro personale volontario medico e infermieristico, oltre ai cuochi ed al personale di cucina”. volontari-cellamare-02

“Siamo orgogliosi di questa realtà presente all’interno della nostra comunità – commenta Gianluca Vurchio, assessore alle politiche sociali e protezione civile – questi sodalizi, molto importati e addirittura strategici per situazioni di calamità e di protezione civile, sono da valorizzare e la pubblica amministrazione ha il dovere di lavorare al loro fianco e di fornire il proprio supporto. L’amministrazione comunale assessorato alle protezione civile, infatti, ha recentemente stipulato un atto convenzionale di natura non onerosa con questa organizzazione di volontariato, in tema di protezione civile e di tutela della nostra cittadinanza, da attivarsi in caso di emergenze e/o calamità per fronteggiare criticità sul nostro territorio”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...