“Le festività natalizie sono arrivate e si riapre la discussione circa l’uso dei petardi e fuochi d’artificio poiché, come sappiamo, sono causa di innumerevoli incidenti, anche mortali, che coinvolgono persone e animali selvatici e domestici. Riguardo gli animali selvatici in particolar modo per gli uccelli, lo scoppio dei fuochi artificiali in piena notte provoca danni inimmaginabili”. La Lipu, la Lega italiana per la protezione degli uccelli, torna all’attacco sull’uso – indesiderato – dei fuochi d’artificio con una nota inviata alla redazione. “Il fragore – scrive Rina Addaddo del gruppo Lipu Casamassima – che deriva dall’esplosione dei petardi, genera una condizione di forte stress negli uccelli, i quali percependo un potenziale pericolo, istintivamente fuggono dai loro posatoi notturni (alberi e siepi) in maniera caotica e disorganica. La grave condizione di disorientamento induce un calo della capacità percettiva del pericolo, cui consegue il decesso imputabile a collisioni contro muri e/o cavi elettrici. Inoltre, l’allontanamento forzato dal loro dormitorio e la mancanza di visibilità, costringe i volatili a posarsi per terra rimanendo vittime delle ruote delle macchine e/o dell’assideramento, considerate le rigide temperature invernali. Nelle zone di campagna la minaccia è aumentata ancora di più, l’uso eccessivo di fuochi d’artificio o botti forti, può infatti compromettere seriamente, non solo gli uccelli ma anche gli altri animali selvatici”.
“Non dimentichiamo – prosegue la nota – gli animali da affezione quali cani e gatti. Essi possiedono una soglia uditiva infinitamente più sviluppata e sensibile di quella umana, per questo il forte e improvviso rumore derivante dall’esplosione di un petardo, crea in loro uno stato di panico e terrore causando molteplici casi di decesso per infarto, nonché la fuga lungo le pubbliche vie, che mette seriamente a repentaglio la loro incolumità e quella di passanti e automobilisti. Oltre al grave shock e alle possibili ustioni, questi animali possono anche soffrire per la rottura dei timpani”.
“Riteniamo doveroso – sottolinea Addabbo – ricordare a tutti che esiste una normativa circa il divieto di utilizzo dei “botti”: l’Art. 703 del Codice penale (‘Accensioni ed esplosioni pericolose’). Qui di seguito si riporta un estratto del testo: ‘Chiunque, senza la licenza dell’autorità, in un luogo abitato o nelle sue adiacenze, o lungo una pubblica via o in direzione di essa spara armi da fuoco [c.p. 704] (2), accende fuochi d’artificio, o lancia razzi, o innalza aerostati con fiamme, o, in genere, fa accensioni o esplosioni pericolose, è punito con l’ammenda fino a euro 103 (3). Se il fatto è commesso in un luogo, ove sia adunanza o concorso di persone, la pena è dell’arresto fino a un mese [c.p. 420] (4)’. Noi volontari del Gruppo Lipu Casamassima, per la condivisa esigenza di garantire la sicurezza di tutti (umani e animali), migliorare le condizioni di vivibilità nel centro urbano e salvaguardare la convivenza civile e la coesione sociale, abbiamo deciso anche quest’anno di scrivere al sindaco di Casamassima”.
“Alla luce del divieto già emesso nell’anno 2015 – conclude – chiediamo anche quest’anno un’ordinanza di divieto di utilizzo di petardi, botti e artifici pirotecnici di ogni genere su tutto il territorio comunale. Suggeriamo invece ai cittadini, a prescindere da normative e ordinanze, di non utilizzare botti, razzi o altri fuochi aerei che emettano esplosioni, fischi o altri forti rumori, in modo da evitare incidenti e far trascorrere delle serene festività anche ai nostri amici animali. Attendendo riscontro positivo dall’amministrazione, invitiamo tutti ad unirsi al nostro appello presso le autorità competenti”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...