L’accademia delle belle arti trasloca alla Caserma Rossani

Questa mattina il sindaco di Bari Antonio Decaro ha siglato un “atto d’intesa” con la Città Metropolitana, rappresentata dal delegato Vito Lacoppola e il presidente dell’Accademia delle Belle Arti, Ennio Triggiani, con il quale si intende avviare il percorso per la realizzazione del Polo didattico per la creatività e le Arti della città Metropolitana di Bari all’interno dell’area della Caserma Rossani che avrà come fulcro l’Accademia delle belle arti.

Il progetto di insediamento dell’Accademia nell’area della ex Caserma, già condiviso dalla Città metropolitana, è in parte già finanziato con fondi rinvenienti dal Patto per lo sviluppo della città metropolitana, per un importo complessivo di 18milioni di euro. I fondi, sono stati resi disponibili tramite delibera già approvata dal Cipe. Questa soluzione, è stata proposta dal sindaco Decaro agli studenti dell’accademia e ai rappresentanti del Ministero della pubblica istruzione, competenti per quanto riguarda la gestione dell’istituto, dopo una serie di incontri e sopralluoghi utili ad individuare una sede idonea e opportuna per l’Accademia delle belle arti di Bari che potrà finalmente vedere valorizzato il suo lavoro e avere una struttura all’altezza del ruolo e del valore che ricopre.

“Oggi abbiamo sancito l’inizio di un percorso – spiega il sindaco di Bari – che ha due obiettivi: dare una sede degna all’Accademia delle Belle arti, che non ha solo un ruolo cittadino, ma metropolitano, vista la differente provenienza degli studenti che la frequentano e restituire funzionalità e vivibilità ad un altro pezzo di una delle aree più belle e importanti di Bari: la ex Caserma Rossani. Questa è una soluzione condivisa con gli studenti, con il Ministero e con i cittadini che hanno compreso l’importanza e il valore di realizzare in quei luoghi, un Polo della creatività che si integrerebbe perfettamente con il parco urbano che stiamo per realizzare nella zona a sud, con la casa della cittadinanza, con il polo bibliotecario regionale e con tutte le altre attività che intendiamo insediare nelle aree della ex Caserma. Anche dal punto di vista strategico, per via della vicinanza al polo universitario e a tutti gli hub di trasporto cittadino e metropolitano, gli spazi della Rossani sono i più idonei ad accogliere gli studenti e la loro arte che potrebbero anche mettere a servizio di quel luogo attività che lo rendano vivo tutto il giorno. Ora, che i fondi sono stati stanziati dal Cipe, insieme ai cittadini, nell’ambito del percorso già attivo di Ri – accordi urbani, con cui stiamo portando avanti un percorso di partecipazione per tutto quello che riguarda l’area della ex caserma decideremo quali saranno gli spazi e gli edifici da riqualificare e da destinare al Polo della creatività”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...