di Marilena Rodi

Emergenza scuole, di questo si parla. E di buone intenzioni naufragate nel disagio delle famiglie di Casamassima. Il sindaco di Casamassima, Vito Cessa, e l’assessore alle Opere pubbliche Andrea Palmieri, ieri pomeriggio hanno incontrato le famiglie e i componenti del circolo. Erano state convocate, per la verità, anche le commissioni congiunte (la prima e la terza), ma la riunione formale di commissione non si è svolta perché erano presenti solo 3 consiglieri (Donato Fortunato, Rino Carelli e Annamaria Latrofa). “Stiamo provvedendo a risolvere il problema – ha detto il sindaco – e finora abbiamo esplorato tutte le possibilità, ma la soluzione immediata ancora non l’abbiamo trovata”. “Abbiamo – ha aggiunto – ottenuto la disponibilità di ulteriori 8 aule dalla dirigente del Majorana al primo piano e 2 aule dalla dirigente della media Alighieri alla succursale”. Questa disponibilità sarebbe stata manifestata per gli alunni della Rodari, i cui lavori di miglioramento potrebbero protrarsi oltre i termini inizialmente ipotizzati. “Non abbiamo – ha riferito Palmieri – ancora ricevuto la relazione dei funzionari del Genio civile, per cui non possiamo fare ipotesi sui tempi di consegna della scuola”. Le famiglie, i cui disagi in alcuni casi si è tradotto con la rinuncia al lavoro da parte di uno dei 2 genitori, hanno mugugnato. “Quest’amministrazione – ha detto il sindaco in un momento concitato di confronto con i genitori – non è responsabile di nulla”. Senza autorizzazione del Genio civile, dunque, non si potrebbe prevedere nemmeno lo spostamento di una pala. Il progetto va riadeguato alla luce di quanto relazionato da Colapietro, che – sempre a detta del sindaco – dovrà effettuare nuove esplorazioni sull’edificio. “Andremo a verificare – ha detto poi Cessa – le colonne, la consistenza del calcestruzzo, i materiali etc. fino a 30 anni fa, quando la scuola è stata costruita”.

Allora, o la situazione è seria – motivo per cui occorrerebbe procedere con il monitoraggio stringente di tutto l’edificio – oppure la situazione è da ripercorrere fino alla genesi dell’istituto (inizio anni Ottanta) per capire cosa sarebbe accaduto nei decenni, tale da provocare il deterioramento del fabbricato nel tempo (accelerato dai lavori ultimi).

Delle due tutteddue, probabilmente.

A inizio anni Ottanta la scuola fu edificata e ‘parcheggiata’ per una decina d’anni in stato pressoché grezzo, alla mercé delle intemperie (ricordiamo che fu terminata e consegnata alla città a inizio anni Novanta). Potrebbe essere – chiediamo – questa lascivia, una delle cause che ha provocato il deterioramento dei materiali? Se oggi si vuole verificare lo stato del calcestruzzo, potrebbe essere questo motivo di preoccupazione? Quale saranno gli sviluppi adesso?

Senza relazione definitiva del Genio civile le ipotesi si sprecano, ma il disagio delle famiglie resta. Una toppa sul buco che va ingigantendosi, sarebbe – da parte dell’amministrazione – la proposta di attività ricreative da svolgere la mattina, prima di andare a scuola (i bambini della Rodari sono costretti a frequentare dalle 13.45 alle 18.45). Solo per le famiglie che hanno entrambi i genitori che lavorano.

A vedere la luce in fondo al tunnel pare al momento, solo la Collodi. Questo perché ieri mattina – a detta del sindaco – durante un incontro in città metropolitana, pare si sia giunti all’avvio della conclusione della vicenda. Cioè, i bambini della Collodi saranno a breve trasferiti presso le aule del piano terra dell’istituto superiore Majorana, salvo adeguamento degli spazi a misura di bimbi, autorizzati da Mediocredito. L’iter burocratico, quindi, almeno per la Collodi, viaggerebbe spedito verso l’ok definitivo. Quello che manca ora, sarebbe la convenzione tra il Comune di Casamassima e la Città metropolitana, in preparazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...