Casamassima, Giuliana Schiavone canta all’Addolorata. Progetto Velvet

L’artista casamassimese Giuliana Schiavone canterà questa sera alle 21 presso l’Auditorium dell’Addolorata con Dado Penta e Giorgio Distante. (a)Fake Rabbit è il progetto in cui convergono le esperienze artistiche di Giuliana Schiavone e Dado Penta che presentano il lavoro discografico appena pubblicato dalla Bumps Records e che porta il nome di “Velvet”.
La formula del duo si arricchisce e si amplia grazie alla presenza del trombettista Giorgio Distante che è ormai parte integrante della formazione. Il trio presenta il suo album a Casamassima, nell’ambito del programma “#CiVediamoaCasamassima” promossa dal Comune attraverso una serie di iniziative culturali a ingresso gratuito. Onirismo, suoni acustici, slanci di improvvisazione si mescolano in formule musicali sempre nuove tra sinestesie testuali e visive. Velvet è il loro primo disco.
I paesaggi sonori si alternano tra dream-pop e proto-swing con cadenze sognanti, tra un sussurrato ed elegante post-punk e vaghi echi psichedelici.
Due distinti percorsi cantautoriali – Dado Penta con Dado Magnetico e Giuliana Schiavone, Casamassimese, con Carmilla e il segreto dei ciliegi – che s’incontrano su una nuova via in cui la musica si libera di ogni schema e diventa espressione dell’inconscio. Velvet è il risultato di questo terza via che i due cantautori stanno percorrendo assieme. Il progetto uscito in digitale per Bumps Records, è stato definito dal duo un viaggio onirico. “Il velluto è qui concetto visivo e sensoriale, memoria, sogno, ma anche qualcosa di estremamente tangibile, concreto perché vissuto, toccato, pertanto passibile a essere ricordato”, spiega (a)fake rabbit. Sono molte le influenze che qui entrano in campo: reminiscenze di Lynchiana memoria convivono con allusioni agli ambienti letterari ora decadenti, ora abitati da personaggi carroliani e surreali.


Velvet è anche il singolo lanciato con il videoclip dal titolo omonimo, un lavoro a cura di Mimmo Greco Studios e Angela Varvara Set & Costume Designer. L’immagine chiave scelta per comunicare il lavoro è emblematica della ricerca di un equilibrio che talvolta appare piuttosto come opposizione che compresenza armonica: la dualità energetica tra maschile e femminile, le parti che convivono in noi stessi, le simboliche chiavi di comprensione di quello che accade, la sensualità e i dogmi del pensiero comune, il buio e la luce, e così via. Il tutto amplificato dalla presenza della bilancia, e del peso che rivestono cuore e mente nella vita di ognuno, concetto veicolato dall’opera d’arte di Michele Giangrande scelta per il videoclip. L’album è uscito il 12 giugno, 9 brani registrati presso l’Officina musicale di Castellana-Grotte (Ba) e mixati da Giuseppe Mariani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...