Casamassima, Vito Rodi si dimette da consigliere comunale

Vito Rodi si è dimesso da consigliere comunale. Lo ha fatto con una lettera protocollata questa mattina. Vito Rodi, candidato sindaco espressione delle liste civiche alle comunali del 2015, e fondatore e rappresentante fino a stamattina in consiglio comunale del movimento Autonomia cittadina, si è dimesso per motivi personali e per far spazio ai giovani. “Ho sempre sostenuto – riferisce ai nostri microfoni – di voler rappresentare una guida per questi ragazzi che hanno creduto in me, nel nostro progetto politico e nella Politica soprattutto. Resterò comunque vicino a quelli che vorranno trarre dalla politica uno modo alternativo di intendere l’interesse collettivo, la rappresentanza democratica, la responsabilità sociale, la coerenza e la gestione della cosa pubblica. Sempre tutto nell’ottica del miglioramento e mai dello sfascio o della dialettica fine a se stessa come mero esercizio semantico. Parlarsi addosso o sparlare addosso non accresce la nostra conoscenza del mondo, tantomeno ci rende migliori degli altri. I fatti contano, non le parole vuote”. “Da dipendente del nostro Comune – aveva scritto nella lettera – in coscienza credo di aver sempre profuso il massimo impegno con serietà, abnegazione e onestà. Da consigliere comunale avrei voluto dare di più, ma le circostanze non me lo hanno consentito”.

Piero SavinoA Vito Rodi, che lascia lo scranno consiliare dopo circa 5 anni – ricordiamo che era stato eletto nel 2011 e poi confermato nel 2015 – subentra Piero Savino, primo dei non eletti nella lista di Autonomia cittadina. Piero Savino aveva collezionato 79 voti ed è alla prima esperienza: “Sono orgoglioso e onorato di sostituire Vito Rodi – sono state le prime parole di Savino – perché sappiamo chi è Vito Rodi. È la memoria storica dal punto di vista politico, della vita di questo paese e non dimentichiamo quello che ha fatto come funzionario del Comune di Casamassima. Chi meglio di lui può riassumere la vita degli ultimi 50 anni della nostra comunità? Quanto a me – ha aggiunto – porterò il mio contributo, tutta la mia voglia di fare e di migliorare mettendo a disposizione le mie conoscenze e la mia onestà. Casamassima è il mio paese, ci tengo molto e lo rispetto molto”. Il primo obiettivo? “Migliorare la vivibilità e lo sviluppo del territorio”, ha concluso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...