Giovani: fiume di risorse per sport e cultura dalla Regione Puglia

di Marilena Rodi

Si chiama Pin ed è il nuovo strumento regionale a disposizione dei giovani per le nuove imprese under 35. Pin – che fa tornare alla mente il codice segreto per accedere a un dispositivo – è l’acronimo di ‘Pugliesi innovativi’ e mira a sostenere l’avvio del processo imprenditoriale ma pure a supportarlo attraverso la formazione e la gestione per il corso del primo anno dalla nascita. A disposizione 10milioni di euro dalla Regione Puglia, 8 dei quali direttamente per finanziare i progetti e 2 per i servizi di affiancamento e rafforzamento delle competenze delle giovani risorse. Tre gli ambiti in cui sarà possibile progettare e richiedere i fondi: innovazione culturale (es. valorizzazione del patrimonio ambientale, culturale e artistico, turismo, sviluppo sostenibile etc.); innovazione tecnologica (es. innovazioni di prodotto e di processo, economia digitale, sviluppo di nuove tecnologie etc.); innovazione sociale (es. servizi per favorire l’inclusione sociale, il miglioramento della qualità della vita, l’utilizzo di beni comuni etc.). Pin è stato presentato ieri mattina nella sala stampa di Anci a Bari insieme ad altre 2 iniziative.

“Con l’Anci – ha detto in conferenza ieri Raffaele Piemontese, assessore regionale alle Politiche giovanili – oggi presentiamo tre iniziative della Regione: il primo è Pugliesi Innovativi, nuovo bando per le politiche giovanili, iniziativa tesa a dare impulso alle idee innovative dei giovani pugliesi che hanno una impronta a vocazione imprenditoriale. Attraverso i Progetti Pin finanzieremo idee capaci di generare innovazione culturale, sociale e tecnologica, tutti elementi di quell’impasto che serve ai Comuni pugliesi per ripensare le funzioni dei contenitori urbani, valorizzare beni culturali e ambientali, modernizzare i servizi municipali, migliorare la qualità della cittadinanza: Pin funzionerà nella misura in cui troverà ambienti amichevoli e dinamici. Seconda, l’iniziativa realizzata insieme all’Istituto per il Credito sportivo sulle agevolazioni finanziarie finalizzate alla realizzazione e alla ristrutturazione dell’impiantistica sportiva in Puglia e infine, presentiamo tutti i progetti sui Laboratori urbani degli 87 comuni che verranno rimodernati”.

“Sosteniamo – è intervenuto Luigi Perrone, presidente di Anci – il bando Pugliesi innovativi e le altre iniziative, certi che anche in questo settore la sinergia Anci-Regione sia fondamentale e imprescindibile. Anci è da sempre attenta alle tematiche che riguardano i giovani: siamo ente di Servizio civile di seconda classe e dal 2009 a oggi abbiamo impegnato 200 volontari in 30 progetti realizzati nei Comuni partner. Nel 2015 abbiamo assegnato 50 borse di studio ad altrettanti giovani laureati pugliesi, per un esperienza di tre mesi in Europa in aziende operanti nel settore energia e ambiente. Abbiamo realizzato un progetto di Garanzia giovani “Inofrma Ambiente” nel 2015 e siamo coinvolti in una Ats nel progetto Neetworkpuglia. Nostro intento è proseguire su questa strada favorendo lo sviluppo delle politiche giovanili sul territorio e dove possibile fornendo opportunità, per un inserimento “strategico” di nuove e giovani risorse all’interno dei Comuni. Vi è anche un altro aspetto che va sottolineato sul versante delle amministrazioni comunali: la forte capacità di ricambio generazionale dei Comuni, con molti giovani che scelgono la sfida e la responsabilità impegnandosi, in prima linea per le proprie comunità.” Presente anche Gianluca Vurchio, coordinatore Anci giovane Puglia. “Diverse opportunità per i nostri Comuni – ha detto – e per il nostro territorio. Abbiamo, assieme alla Regione, lavorato nei tavoli di concertazione per definire metodi e contenuti dei bandi dedicati al tema delle Politiche giovanili. Vantaggi che vanno colti per restituire ai nostri giovani con la misura Pin quella voglia di fare e di mettersi in gioco. Vantaggi, per i nostri Comuni, di avviare opere di ristrutturazione, riammodernizzazione e potenziamento degli impianti sportivi grazie alla misura convenzionale sottoscritta con Regione Puglia, l’Istituto del Credito sportivo e Coni per la concessione di mutui a tasso zero fino a 500mila euro. Lo sport è salute e attrattore sociale. Per questo Anci Giovani Puglia, sarà sempre propositiva verso le istituzioni e continuerà a lavorare a fianco delle stesse per ottenere risultati concreti per l’intera collettività giovanile e non”.

“Grazie ai tavoli di concertazione fra Anci Puglia e Regione – ha riferitto infine Irma Melini di Anci nazionale – perfettamente in linea con le politiche avviate da tempo da Anci nazionale, si investe concretamente su giovani e sport. Un binomio, quest’ultimo, che rappresenta il futuro delle nostre comunità locali. Personalmente poi, sono lieta che la misura “Pin” dia risorse ai giovani pugliesi che restano nella nostra regione. Per quanto attiene al credito sportivo a tasso zero fino a 500mila euro per gli impianti, oltre ad essere un incentivo di riqualificazione urbana per i Comuni, che subiscono i vincoli di bilancio, è importante promuovere questa opportunità fra i privati”.

Pugliesi Innovativi (Pin), è finanziata con risorse del “Fondo per lo Sviluppo e la coesione” e del PO Puglia 2014/2020. I bandi partiranno dal 1 settembre e il finanziamento viene erogato a sportello attraverso una procedura telematica da effettuare sul portale pingiovani.regione.puglia.it; il contributo finanziario a fondo perduto varia da 10mila a 30mila euro a progetto. Per accedere al finanziamento i gruppi informali, formati da almeno due giovani residenti in Puglia di età compresa tra 18 e 35 anni, dovranno costituirsi in soggetto giuridico iscritto al Registro delle Imprese.

La seconda iniziativa finalizzata al potenziamento funzionale e strumentale dei Laboratori urbani, rivolta ai Comuni proprietari di uno o più immobili abbandonati, destinati a Laboratorio urbano giovanile. La dotazione finanziaria è di 7milioni di euro; al bando hanno concorso 87 Comuni (sui 145 proprietari di uno o più immobili adibiti Laboratorio Urbano giovanile); obiettivo: potenziare spazi esistenti, certificare i Laboratori Urbani di qualità quanto ad accessibilità, vitalità, sostenibilità economica e vocazione all’inclusione sociale.

La terza iniziativa riguarda il rinnovamento dell’impiantistica sportiva e specificatamente i mutui a tasso zero per gli impianti sportivi. Anci Puglia nel 2014 aveva siglato un’intesa con Coni e Istituto per il Credito sportivo per promuovere nei Comuni le agevolazioni previste dal progetto nazionale “1000 cantieri per lo Sport”. Nei giorni scorsi, anche la Regione ha firmato un’intesa che prevede un “tasso zero” per i finanziamenti fino a 500mila euro erogati dal Credito sportivo; la Regione coprirà con propri fondi la quota relativa agli interessi. Le agevolazioni sono destinate a Comuni, parrocchie, oratori e società sportive che avessero la necessità di rinnovare, ristrutturare, mettere a norma e realizzare impianti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.