Casamassima, Cessa continua. Ma maggioranza colabrodo

di Gianluca Zaccheo

Partiamo subito da un dato. Oggettivo, inconfutabile. In politica – come si dice – contano i numeri. E alla maggioranza guidata dal sindaco Vito Cessa, martedì scorso, in occasione del consiglio comunale che ha portato all’approvazione del bilancio di previsione 2016, i numeri sono bastati. Sono stati sufficienti. Tant’è vero che, al termine di una lunga discussione, il provvedimento ha ottenuto il lasciapassare della pubblica assise cittadina con 8 voti a favore, 7 contrari e un’astensione. Cifre che hanno permesso al centrosinistra di proseguire nel suo percorso politico e amministrativo alla guida di Palazzo di Città. Dati che hanno consentito a Cessa e ai suoi collaboratori di conservare la maggioranza.
Fin qui i numeri, l’essenza della politica. Ci sia concessa la possibilità adesso, però, di fare qualche considerazione. Sia poi il lettore a valutare la sostenibilità o l’inconsistenza dei nostri pensieri. Utilizzando una metafora calcistica – dato che siamo anche in procinto di vedere l’Italia esordire col Belgio ai campionati Europei di Francia – potremmo dire che martedì scorso, in consiglio comunale, il centrosinistra ha vinto la sua partita. Una gara importante, fondamentale. Che ha portato, appunto, all’approvazione forse del più importante strumento programmatico: il bilancio di previsione. Ma come è stata nel complesso la prestazione della squadra? E sì, perché una cosa è vincere un confronto 2-0, il più classico dei risultati, meglio ancora è affermarsi con un 3-0 o 4-0, segno di un dominio schiacciante. Diverso è invece imporsi per 1-0. Sia chiaro: sempre di vittoria si tratta, ma la prestazione, appunto? E se quell’1-0 fosse frutto di un gol in fuorigioco non segnalato dall’arbitro? O di un rigore discutibile?
La cosa più semplice in questo momento, alla luce di quella che è stata la votazione in aula, sarebbe quella di ‘gettare la croce’ addosso al consigliere comunale del Partito democratico, Pasqua Borracci. Nei cui confronti verte ancora un percorso per valutare la sua presunta incompatibilità a ricoprire l’incarico in consiglio per la questione Palestrone. E allora la domanda nasce quasi automatica. Borracci, in occasione della votazione sul bilancio, si sarebbe dovuta forse astenere, dato anche che la sua espressione di favore verso il provvedimento è stata determinante? Forse, per una questione di opportunità, sì. Ma è altrettanto vero, d’altro canto, che se Borracci – come ha sempre sostenuto lei stessa – sarà in grado di dimostrare l’inconsistenza delle ‘accuse’ mosse nei suoi confronti, non avrebbe avuto senso la sua astensione. Fermo restando che, al momento, leggi e regolamenti sono dalla sua parte, tant’è che le hanno permesso di approvare il bilancio di previsione. Ma qui si apre un’altra parentesi, prettamente politica. Vista la situazione, infatti, era proprio necessario che la maggioranza mettesse Borracci in questa condizione? Era proprio inevitabile, anche solo per una questione di mera opportunità, affidarsi al suo voto? E qui si apre un altro scenario, e un ulteriore interrogativo: qual è lo stato di salute dell’attuale maggioranza di centrosinistra? Giuseppe Nitti, espressione di LiberaCasamassima e candidato al fianco di Cessa alle ultime amministrative, ormai è un dato consolidato, è passato all’opposizione. Raffaele Bellomo, uscito dalla civica Vito Cessa per Casamassima e dichiaratosi di fatto indipendente, non ha votato il bilancio di previsione per una precisa scelta. Altrimenti non si spiega perché abbia abbandonato il suo scranno consiliare proprio poco prima della discussione sul bilancio e perché – come si vocifera con insistenza – la maggioranza abbia cercato fino all’ultimo secondo di convincerlo a votare il provvedimento, senza riuscire a smuoverlo dalle sue convinzioni. E in questo quadro, già di per sé disgregato e frastagliato, non va dimenticata la presidente del consiglio comunale, Nica Ferri. Che, in occasione del bilancio di previsione 2015, si astenne dal votare il provvedimento, salvo poi dare il suo lasciapassare al successivo rendiconto, atto consequenziale rispetto al previsionale. Per poi arrivare a una nuova astensione, in occasione del voto per il bilancio di previsione 2016. Perché? A memoria, non ci sembra di ricordare che i precedenti presidenti del consiglio, ultimo prima d’ora Rino Carelli, non votassero i provvedimenti della maggioranza, pur essendo in aula super partes. E allora un dato sembra essere evidente, almeno in apparenza: l’attuale maggioranza ha avuto sì i numeri per approvare il bilancio di previsione, ma ha anche la necessità di fare chiarezza al suo interno. Per sé stessa, ma soprattutto per le migliaia di elettori che in lei hanno riposto fiducia la scorsa primavera. E che, piuttosto che i teatrini, i voto–non voto, i sto in aula–me ne vado, si comincino a vedere i frutti del lavoro politico.

Il voto

Otto a sette. Questo è il risultato della votazione che ha dato il via libera all’approvazione del bilancio di previsione 2016. Un esito frutto dei voti favorevoli di Pasqua Borracci, Arianna Zizzo, Giacinto Rella, Antonio Manzari (Pd), Maria Giovanna Nero (Vito Cessa per Casamassima), Donato Fortunato e Stefania Verna (Gruppo misto), oltre al sindaco, Vito Cessa. Contrari si sono invece manifestati Annamaria Latrofa e Vito Rodi (Autonomia cittadina), Mariagrazia Palmieri (Rivoltiamo Casamassima), Gino Petroni (Gruppo misto), Antonello Caravella (Movimento cinque stelle), Rino Carelli (Nuovi orizzonti), e Giuseppe Nitti (LiberaCasamassima). Per l’astensione ha invece optato la presidente del consiglio comunale, Nica Ferri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...