Casamassima, Pieno per vuoto: giovani da rottamare?

di Gianluca Zaccheo

‘Rottamare i giovani’. Sarebbe questo – il condizionale è d’obbligo – il progetto di alcuni esponenti politici cittadini, di comprovata esperienza e di lunga militanza in partiti e movimenti, che potrebbe prendere forma in futuro. copertina casamassimaCon una scadenza a medio o lungo termine, a seconda di quello che riuscirà a fare l’amministrazione attualmente in carica, guidata dal sindaco, Vito Cessa. Se il centrosinistra alla guida della nostra cittadina porterà a compimento la consiliatura, rimanendo in sella fino al 2020, allora i tempi potrebbero dilatarsi, in caso contrario – anche se è opportuno ricordare che Cessa ha appena incassato la fiducia in aula consiliare – i movimenti potrebbero manifestarsi in maniera più rapida.

Ma a quale idea politica starebbero lavorando i vari interpreti di questo possibile disegno? Gli attori in gioco, ovviamente, sarebbero più di uno. Con Franco Pignataro, l’ex consigliere comunale che vanta la più lunga esperienza in consiglio comunale qui a Casamassima, e che ha alle spalle anche una candidatura a sindaco del centrodestra, poi rivelatasi fallimentare (Pignataro nel 1993 fu sconfitto nel confronto elettorale dall’allora candidato del centrosinistra, Paola Susca), che potrebbe ritentare la corsa allo scranno più importante di Palazzo di Città. E per questo non sarebbe escluso che Pignataro possa anche cercare l’appoggio dei vertici provinciali del centrodestra, proponendosi – questa potrebbe essere la sua idea – come personalità in grado di compattare attorno alla sua figura tutte le forze di centrodestra cittadine. Sempre ammesso che Rino Carelli, l’ex presidente del consiglio oggi espressione in aula di Nuovi Orizzonti, il movimento politico che aveva Pignataro capolista alle ultime amministrative la scorsa primavera, sia d’accordo. Da maggio scorso in poi, infatti, vale a dire dal momento della presentazione delle liste per le ultime amministrative in avanti, i rapporti politici tra Pignataro e Carelli non sarebbero stati più gli stessi. E – almeno secondo i ben informati – si sarebbero deteriorati in maniera importante. Ecco, dunque, che un’eventuale futura candidatura a primo cittadino di Pignataro potrebbe anche andare di traverso a Carelli. Che, a sua volta, potrebbe essere il candidato sindaco di Forza Italia, o comunque diventarne il coordinatore cittadino al posto dell’ex assessore Maria Montanaro. In questo caso, con Gino Petroni che ha lasciato proprio di recente il Movimento Scittulli, e che oggi siede in consiglio comunale all’opposizione proprio come Carelli, l’ex assessore alle attività produttive potrebbe avvicinarsi al movimento Oltre con Fitto, che alle scorse regionali ha sostenuto proprio la candidatura a presidente di Francesco Schittulli. Qui a Casamassima, quindi, Carelli e Petroni, ma anche Nicola Valenzano e Antonio Episcopo, potrebbero sostenere insieme, in un’ipotetica coalizione di centrodestra magari contrapposta alla corrente vicina a Franco Pignataro, la candidatura a sindaco di un profilo giovane ma non estraneo alle dinamiche politiche, sebbene da tempo distante dalle manovre a livello comunale. Un profilo che potrebbe essere quello di Agostino Mirizio, il cui nome già la scorsa primavera, a fronte di un centrodestra diviso in diversi tronconi, è stato accostato a questa espressione politica come possibile collante in grado di far convergere su di sé tutte le anime di centrodestra. Allora non se ne fece più nulla, con Mirizio che tentò l’ingresso in consiglio regionale – poi non riuscito – tra le file della lista Oltre con Fitto. Mentre potrebbe essere arrivato per lui il momento buono, per il dopo – Cessa, che sia tra un mese, un anno, o quattro anni. La sua eventuale candidatura a sindaco, infatti, potrebbe forse mettere tutti d’accordo. E intanto all’orizzonte, dopo mesi in cui è rimasto nell’ombra, si riaffaccia Massimo Tripoli, che non si vedeva da tempo in città. E anche a centrosinistra vi sarebbe chi è pronto a prendere il posto dei giovani e del ‘nuovo in politica’ che non starebbe dando i frutti sperati.

Certo, siamo ancora sul terreno delle ipotesi, per certi versi magari anche un po’ fantasiose. Ci stiamo avventurando sul campo della fantapolitica. Ma a volte – anzi più di qualche volta – le nostre previsioni hanno poi trovato più di un riscontro nella realtà. E le manovre politiche in vista del futuro sarebbero già cominciate.

[pubblicato su il foglio di Maxima del 15 aprile 2016]

1 commento su “Casamassima, Pieno per vuoto: giovani da rottamare?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.