Casamassima, Latrofa: “Questioni grandi rimaste irrisolte”

annamaria latrofa[g.z.]

“Abbiamo l’occasione di valutare sia la stabilità di questa maggioranza di centrosinistra ballerina, sia di confrontarci su quello che è stato fatto in questi primi nove mesi di percorso amministrativo. Il sindaco Vito Cessa, in campagna elettorale, ha fatto delle promesse alla cittadinanza, illudendola che nei primi cento giorni di amministrazione sarebbe riuscito a risolvere molti dei problemi di Casamassima. Ma in realtà, dopo quasi un anno, e non cento giorni di amministrazione di centrosinistra, poco o nulla è stato fatto, e tutto nell’ambito dell’ordinaria amministrazione”. Parole del capogruppo consiliare di Autonomia cittadina, Annamaria Latrofa. “Le questioni più grandi, invece – ha continuato Latrofa – sono rimaste del tutto irrisolte: il depuratore, la casa della salute, il decoro urbano, i ponti Auchan, le lottizzazioni che aspettano risposta da quasi vent’anni, la zona Pip. Senza dimenticare che l’assessore Silvia Lioce, dimessasi lunedì scorso, in un convegno tenutosi all’Addolorata lo scorso 31 marzo riguardante la Carta di Pisa, ha prima illustrato quanto fatto dall’attuale amministrazione in termini di trasparenza e legalità, salvo poi dimettersi, dopo appena quattro giorni, con motivazioni durissime. Sindaco, noi non ci saremmo mai aspettati il suo no comment a fronte di esternazioni come quelle di Lioce. Se consideriamo anche che Leo Rubino si è appena dimesso dal ruolo di coordinatore della civica Vito Cessa per Casamassima, che Realtà Italia ha abbandonato la maggioranza, che Sel ha fatto altrettanto, e che LiberaCasamassima è tutt’altro che tenera nei toni, ecco che il quadro appare assolutamente desolante. Dopo appena nove mesi dobbiamo prendere atto che in maggioranza si sono manifestate tutte queste fratture. Facendo sì che si perdesse l’unico obiettivo da perseguire: il miglioramento della nostra città”.

“È imbarazzante e inaspettato – ha poi detto il sindaco Cessa – che dopo appena nove mesi io debba dar conto di un intero programma elettorale. Mi sembra che la minoranza avrebbe forse preferito che mi rivolgessi a lei prima di effettuare la scelta dei miei assessori. Liquidare tutto con frasi generiche vuol dire non vivere a Casamassima. Se il nostro paese è alla deriva non è certo colpa di chi sta amministrando Casamassima da soli nove mesi. Errori di valutazione politica ne ho commessi, soprattutto rispetto a quelli che sono stati gli equilibri in maggioranza, ma stiamo anche facendo tanto. Per le scuole, nel sociale, per quanto riguarda gli animali, per la Casa della salute, per il depuratore, e per molto altro, stiamo facendo tanto. Vi chiedo pertanto di dare fiducia a un progetto che è appena iniziato”.

[pubblicato su il foglio di Maxima del 8 aprile 2016]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.