Casamassima, ‘no’ alle pale eoliche. Conclusa la procedura

[g.z.]

No doveva essere, e no è stato. Dopo che il consiglio comunale, lo scorso 26 novembre, ha manifestato contrarietà rispetto al progetto relativo all’installazione di un parco eolico in territorio di Casamassima, con quattro pale che sarebbero potute sorgere alla periferia della nostra città, più altre otto che sarebbero potute essere installate nell’agro della vicina Sammichele, adesso – come annunciato nella seduta consiliare di fine novembre – è arrivato anche il no presentato in conferenza dei servizi. Conferenza, tenutasi venerdì scorso, 18 dicembre, durante la quale quest’ultima assemblea ha accolto – come spiegato dall’assessore al centro storico, Francesco Cristofaro, che ha rappresentato il nostro Comune nell’occasione – i pareri non favorevoli presentati dai vari enti, circa il progetto pale eoliche, compreso quello del consiglio comunale di Casamassima. “L’iter procedurale legato al parco eolico – ha spiegato proprio Cristofaro – si è concluso con la conferenza dei servizi che ha accolto i pareri non favorevoli dei vari enti chiamati a esprimersi sull’eventuale realizzazione dell’opera. La questione dunque, almeno per il momento, si è chiusa, anche se gli enti proponenti il progetto potrebbero anche ripresentare nuovi progetti relativi al parco, ovviamente differenti da quello che è stato bocciato. In ogni caso, almeno per il momento, la procedura si è conclusa”.
“Chiedo al vicesindaco e assessore ai lavori pubblici, Andrea Palmieri – ha detto invece dal canto suo il consigliere comunale della civica Vito Cessa per Casamassima, Donato Fortunato – se il Comune ha attivato le procedure di controllo per verificare cosa sta accadendo sulla via per Noicattaro, non molto fuori dall’abitato, dove attualmente si vedono ben due pale eoliche che non fanno parte del progetto verso il quale si è espressa contrarietà prima in consiglio comunale e poi nella successiva conferenza di servizi. Cosa sta succedendo?”.
“In merito a queste ultime due pale sulla via per Noicattaro – ha risposto Palmieri – ho già attivato la polizia municipale e l’ufficio tecnico perché diano seguito alle verifiche del caso. Sono stati già effettuati i sopralluoghi necessari, e adesso attendiamo di conoscerne i risultati, per valutare se il Comune debba prendere o meno dei provvedimenti”.

1 commento su “Casamassima, ‘no’ alle pale eoliche. Conclusa la procedura”

  1. PALE EOLICHE? LE MIE RIFLESSIONI CONTROVENTO!
    Dal documento finale della conferenza sul Clima tenuta a Parigi tra Novembre e Dicembre 2015 riporto una sintesi degli impegni finali:

    Variazioni della temperatura: All’articolo 2 del trattato i partecipanti alla Cop21 si impegnano a contenere l’incremento della temperatura media al di sotto dei 2 gradi rispetto all’era pre-industriale con un ulteriore impegno a fare quanto possibile per limitare l’incremento a 1,5 gradi.
    Cronoprogramma: I paesi che sottoscrivono l’accordo di Parigi si impegnano a comunicare periodicamente i progressi raggiunti. Una prima verifica globale dei risultati è programmata per il 2023 mentre quelle successive avverranno a cadenza quinquennale.
    Compensazioni: in base all’accordo della XXI Conferenza delle Parti sul cambiamento climatico di Parigi, i paesi sviluppato si impegno nei prossimi anni a rendere disponibili nuovi fondi a sostegno dei paesi in via di sviluppo impegnati nella lotta al cambiamento climatico. L’obiettivo è quello di creare un fondo da 100 miliardi di dollari all’anno.
    Lotta agli effetti dei cambiamenti climatici: L’articolo 8 del documento sottoscritto alla Cop21 definisce l’impegno comune a contrastare gli effetti del cambiamento climatico in modo da limitare i danni alle persone ed al territorio. In questo senso l’invito a sostenere lo sviluppo di sistemi di allerta, di pianificazione degli interventi e di valutazione del rischio.

    Ora mi chiedo e chiedo: noi singoli cittadini e istituzioni italiane siamo o no impegnati a sostenere queste decisioni?
    Noi casamassimesi dobbiamo o no partecipare alla riduzione della temperatura globale?
    Siamo consapevoli che senza una seria lotta ai cambiamenti climatici il nostro bell’ambiente si trasformerà in deserto? Ed allora, di sicuro, non saranno più necessarie le pale eoliche!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.