Majorana, l’istituto ambito da Polignano

La Regione deciderà se Casamassima cambierà dirigenza. “Presto fondi per le cucine”

di Marilena Rodi

“C’è una buona sinergia tra Regione, area metropolitana e Comune”. Il sindaco di Casamassima Vito Cessa esordisce con queste parole alla conferenza stampa di mercoledì scorso, 16 dicembre, convocata per spiegare lo stato dell’arte dell’istituto alberghiero inaugurato a settembre 2014 e affidato, come sede distaccata, al Majorana di Bari dalla Regione Puglia. “I laboratori delle cucine della scuola superiore di Casamassima saranno funzionanti e attrezzati, il consigliere delegato della città metropolitana Vito Lacoppola (delegato alla programmazione scolastica, ndr) – ha detto il sindaco – si è reso pienamente disponibile già dal prossimo bilancio 2016 a stanziare i fondi per renderli idonei. Non sarà un intervento esaustivo, ma ripeto, servirà a renderli idonei”. Il sindaco, accogliendo la richiesta dei genitori degli studenti, aveva provveduto a chiedere un incontro con l’ente metropolitano. “Alla conferenza di servizi – ha detto – che avevo chiesto per trovare una soluzione ha partecipato anche la dirigente Petruzzellis – che approfitto per ringraziare per il lavoro svolto – e lei si è resa disponibile per ospitare la scuola dell’infanzia Collodi presso il plesso”. “La Collodi sarà oggetto di lavori che partiranno a brevissimo, siamo in fase di affidamento e le scolaresche saranno trasferite a un piano dell’istituto”, ha spiegato sempre il sindaco. “Non vi nego – ha detto poi – che fossi molto preoccupato per tutta questa situazione. Situazione complessa che ho ereditato, e che vedo in dirittura d’arrivo”. Quanto tempo resteranno le scolaresche della Collodi? “Fino alla fine di quest’anno scolastico, con buona probabilità”, secondo Cessa. Fin qui quello che riguarda il Comune di Casamassima in maniera diretta.

Riavvolgiamo il nastro. L’edificio – lo abbiamo ribadito molte volte – è di proprietà della (ex) Provincia, oggi città metropolitana di Bari, e tutti gli interventi previsti sono a carico di quest’ultima. L’amministrazione Birardi si era impegnata dapprima a stanziare 300mila euro di soldi comunali per attrezzare le cucine, ma l’importo era poi sceso a 80mila durante un consiglio comunale di fine agosto 2014. Di lì a pochi giorni l’amministrazione Birardi cadde e gli 80mila euro furono messi a gara dal commissario prefettizio. La gara, tuttavia, andò deserta e quei soldi furono stanziati per altro. Di fatto, l’alberghiero di Casamassima restava senza cucine, ovvero con attrezzature evidentemente non sufficienti. E siamo ai giorni nostri: un istituto che non riuscirebbe a coprire le esigenze degli studenti perché mancherebbero – così come riportato da settimane su queste colonne – le attrezzature e gli adeguamenti vari per consentire alle stesse attrezzature di funzionare, tra cui il telefono: “Il 18 gennaio 2016 – secondo quanto riferito dal sindaco – sarà attivata la linea telefonica”.

In tutto questo spunta come un fungo una dichiarazione di Mimmo

mimmo lomelo
Mimmo Lomelo

Lomelo, ex assessore regionale e attuale assessore all’Istruzione del Comune di Polignano: “Casamassima – riferisce a Fax di Polignano pochi giorni fa – è un alberghiero che non ha le cucine. Una cattedrale destinata a scomparire nelle sabbie del deserto che l’ha partorita. L’unica soluzione è l’accorpamento col De Lilla. Con Decaro ci parlo io, così gli dico due tre cose..”. Lomelo che un po’ di influenza politica ce l’ha (tra l’altro uno dei promotori dei ricorsi contro il metanodotto) potrebbe essere così influente da far dirottare l’alberghiero di Casamassima verso Polignano. Spieghiamo meglio. Oggi la scuola di Polignano (unica scuola superiore, come a Casamassima) ha circa 400 studenti ed è accorpata all’alberghiero di Castellana (che ne ha circa 1400); ha cucine proprie e non ha una dirigenza. Il ragionamento di Lomelo potrebbe essere quello di staccare l’istituto di Polignano da Castellana e accorparlo a Casamassima facendo nominare una nuova dirigenza, ovviamente a Polignano. Ma l’edificio di Polignano sarebbe quasi al limite della contenibilità, mentre quello di Casamassima è più grande e sarebbe destinato a contenere più classi, quindi più studenti. Ergo, la dirigenza potrebbe avere sede a Casamassima. Potrebbe. Ma queste ‘congetture’ troveranno o meno conferma nella decisione finale che spetta alla Regione Puglia (a guida Pd), sentito l’Ufficio scolastico regionale e recepito il parere della città metropolitana (a guida Pd). L’importante è accontentare i sindaci di Polignano (a guida Pd) e Casamassima (a guida Pd). Negli ambienti istituzionali il passaggio sarebbe solo una formalità. Il tal caso il Majorana sparirebbe e sorgerebbe una nuova denominazione.

Intanto sui fondi da stanziare per Casamassima, interrogato il neo consigliere metropolitano delegato al bilancio, Michele Laporta, l’impegno è quello di trovare le risorse per allestire le cucine già nel 2016. Da capire, però, resta se il bilancio di cui si parla è quello di previsione del 2016: solo in questo caso, già da inizio anno scolastico 2016-2017, i fondi potrebbero essere utilizzati per completare i laboratori. Altrimenti il rischio è che si slitti addirittura all’anno successivo.

[pubblicato su il foglio di Maxima del 18 dicembre 2015]

4 pensieri riguardo “Majorana, l’istituto ambito da Polignano”

  1. INFATTI CI BATTEREMO PER QUESTO…LA DIRIGENZA NON E’ MAI STATA MESSA IN DISCUSSIONE ,I DISAGI SONO STATI CAUSATI DA ALTRI….QUESTA CHE STANNO PREPARANDO E’ UNA PORCHERIA!

    "Mi piace"

  2. Io come tutti i genitori degli alunni della scuola alberghiero di Casamassima abbiamo già detto al sindaco che deve rimanere là Maiorano a Casamassima perché e una scuola ottima x il futuro degli nostri figli con tanti sbocchi lavorativi ..solo Maiorano a Casamassima.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.