Casamassima, continuano gli atti vandalici notturni

Ancora non si placa il fenomeno dei vandalismi notturni commessi per le vie cittadine. Dopo gli specchietti delle autovetture in sosta mandati in frantumi, le gomme squarciate di netto – anche tutte e quattro – le cassette delle lettere distrutte probabilmente a suon di calci e pugni, adesso è la volta dei lunotti posteriori delle macchine. Proprio una settimana fa, infatti, una nostra concittadina – uscendo di casa per andare al lavoro presto al mattino – si è trovata di fronte una brutta sorpresa. Il lunotto, appunto, è andato in frantumi non appena ha chiuso lo sportello per mettersi al volante. In pratica la parte finestrata del mezzo, lesionata con violenza durante la notte da parte di qualcuno con un corpo contundente o per mezzo di una pietra scagliatagli contro, si è letteralmente sbriciolata in mille pezzi non appena vi è stato il leggero contraccolpo dovuto alla normale chiusura dello sportello stesso. Per la malcapitata, che aveva lasciato l’automobile in sosta durante la notte nei pressi di viale Libertà, non è rimasto altro da fare che rivolgersi in carrozzeria.

L’episodio, l’ennesimo di una lunga serie di questo genere consumatosi negli ultimi tempi, ripropone il problema del controllo e della sorveglianza delle nostre strade che, specie nelle ore notturne, sono diventate quasi terra di nessuno. Diverse zone della nostra cittadina infatti scontano, tra le altre cose, la mancanza di un’illuminazione adeguata e la carenza di sistemi di videosorveglianza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.