Polignano, il Festival de ‘Il libro possibile’. Si parte mercoledì

il libro possibile 2015di Marilena Rodi

Ci risiamo, torniamo a occuparci di eventi, di cultura, di afflati internazionali di cui abbiamo tanto bisogno per tentare di uscire dal localismo poco virtuoso nel quale siamo avvinghiati.

Giunge alla 14° edizione il Festival del libro possibile di Polignano, dall’8 al 13 luglio, un evento che ha rischiato di chiudere i battenti a causa dei pochi soldi a disposizione, ma che attraverso (anche) una colletta pubblica sopravviverà anche nel 2015. I numeri sono impressionanti (da 80 a 100mila presenze nei giorni polignanesi) eppure le istituzioni l’avrebbero sacrificato, se non si fosse messo in azione quel meccanismo di solidarietà culturale che connota queste situazioni. La piccineria politica in termini di programmazione ed emancipazione, come al solito, stavano per lasciare il campo all’horror vacui. Ma tant’è. Si riparte, si ritorna e si riprende il filo dei nomi altisonanti pur di rastrellare qualche spicciolo. Le personalità che si sono avvicendate in questi 13 anni hanno contribuito ad animare dibattuti e creare – perché no – movimenti di idee, generare entusiasmo e attenzione su argomenti politici che altrimenti sarebbero stati ignorati o snobbati. Ecco, la politica che va in piazza attraverso gli eventi è quel volto della comunicazione politica a cui – ahimè – ci stiamo abituando troppo e di cui faremo fatica a fare a meno. Alcuni degli ospiti che hanno arricchito il festival: Roberto Saviano, Piergiorgio Odifreddi, Federico Rampini, Jonathan Coe, Piero Grasso, Laura Boldrini, Marco Travaglio, Paolo Mieli, Carlo Freccero, Ferzan Ozpetek, Francesco Piccolo, Alan Friedman, Salvatore Fisichella, Mario Tozzi, Paolo Giordano, Stefano Benni, Luciano Canfora, Gianni Minà, Niccolò Ammaniti, Alberto Bevilacqua, Stefano Bartezzaghi, Walter Veltroni, Sergio Rizzo, Curzio Maltese, Giuseppe Ayala, Luca Telese, Antonio Ingroia, Pier Luigi Vigna, Enrico Mentana, Claudio Sabelli Fioretti, Dario Vergassola, Franco Di Mare, Gianrico Carofiglio, Valerio Massimo Manfredi, Lina Wertmuller, Vauro, Pietrangelo Buttafuoco, Pierluigi Battista, Mario Giordano, Marino Sinibalbi, Armando Spataro, Edoardo Nesi, Mario Desiati, Dario Salvatori, Vittorio Sgarbi, Vladimir Luxuria, Flavio Oreglio, David Riondino, Serena Dandini, Fabio Volo, Sergio Rubini, Ennio Fantastichini, Caterina Balivo, Vinicio Capossela, Francesca Neri, Selvaggia Lucarelli, Giordano Bruno Guerri, Eduardo Punset, Willy Pasini, Chicco Testa, Don Luigi Ciotti, Don Antonio Mazzi, Corrado Calabrò, Fausto Bertinotti, Giuseppe Culicchia, Liliana De Curtis, Ivan Cotroneo, Pino Scaccia, Bjorn Larsson, Andrea Pamparana, Filippo La Porta, Salvo Sottile, Enrico Deaglio, Mimmo Calopresti, Giuliana Sgrena ed Elio Veltri.

E pensare che Polignano a mare, dopo la Bandiera blu per il mare pulito, sta lottando per evitare le trivelle in mare alla ricerca di petrolio. Un provvedimento che il governo nazionale, dello stesso colore politico del governo locale, ha appena autorizzato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.