Bari, al Teatro Forma va in scena Salomè. Sensualità e Dio, passione e redenzione

salome

di Maria Caravella

Il Teatro Forma ha accolto il debutto di “Quale sconfinata tristezza… Salomè”, una performance teatrale ispirata alla vicenda storica e soprattutto umana della omonima principessa, tratto dagli scritti di Adele Dentice.

Salomè è descritta come una donna in preda alle passioni, un’adolescente divorata dal mondo degli adulti impietoso e inadeguato e soprattutto smanioso, in cui sessismo e potere dominano. Pertanto Salomè diviene oggetto del desiderio di molti uomini, tra cui Erode, già amante di sua madre, la quale la offre a quest’ultimo pur di mantenere il suo ruolo, altrimenti decaduto a causa della sua bellezza sfiorita.

Salomè è circondata da numerosi uomini desiderosi di possederla e da incalcolabili ricchezze, eppure le sfugge l’unico oggetto dei suoi desideri: Giovanni che ha deciso, invece, di votarsi a Dio. A causa di questo rifiuto si alimenta in lei quella “sconfinata tristezza” che a Salomè regala solo inquietudine, almeno fino a quando le ombre che si affollano nella sua mente non le faranno perdere il senno. Numeroso il pubblico presente, composto da molti giovani, che ha dato allo spettacolo il successo meritato. Dietro le quinte, hanno risposto alle nostre domande, Adele Dentice e Luigi Morleo autore delle musiche.

Adele Dentice
Com’è nata l’idea di trasformare un suo libro in una performance teatrale?

Salomè Eva e Maddalena sono nate come testi teatrali.

Perché proprio un testo dedicato a Salomè?

Salomè, come le altre, è un enigma che apre alle grandi contraddizioni del mondo contemporaneo dalla controversa percezione dei confini tra il bene e il male a quella coscienza infelice che non sa andare oltre l’apparire, rinnegando se stessa con la fuga. Così i personaggi si inseguono e si scontrano ciascuno per dominare l’altro, non c’è mai incontro se non nell’atto finale, nella conclusione distruttiva e livida. È anche una metafora sul potere dell’uomo sull’altro che per sua stessa natura non ama la vita ma la vuole dominare dalla sopraffazione sessuale all’intontimento culturale, come la relazione diseguale con Giovanni (intellettuale ossessionato dalla sua impalcatura culturale che decide di fuggire per regalare a Dio la sua passione, ma potrebbe essere anche un intellettuale come i tanti spocchiosi che affollano le stanze che affiancano i cenacoli dei grandi potenti), e ancora il manifesto consapevole cinismo del re, anche lui servo di un potere imprendibile. È questa la storia di chi rinnegando se stessi senza comprendere e conquistare la propria voglia di vivere (Salomè) si è lasciato spezzare precipitando nel lutto della propria solitudine.

Reputa Salomè un personaggio attuale? Perché?

Tutte e tre le protagoniste dei miei testi rappresentano degli archetipi presenti da sempre nella cultura e nella tradizione occidentale e come tali viaggiano nella Storia e nell’inquietudine della coscienza contemporanea.
Luigi Morleo
Com’è nata l’idea di questa partitura?

Le musiche sono fortemente collegate alla dimensione temporale che esprime il testo. L’antica storia di Salomè rapportata in tempi moderni.

A cosa si è ispirato per rappresentare musicalmente Salomè?
La provenienza di Salomè dalle sacre scritture mi ha fatto pensare immediatamente ad una interiorizzazione musicale. A una fascinazione della fede contrapposta alla crudeltà umana.

Quanto è importante la partitura in una rappresentazione scenica?

La scrittura musicale nel teatro-danza ha una valenza soprattutto emozionale. È una prima interpretazione del testo fatta dal compositore alla quale si aggiunge, successivamente, quella dello spettatore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.