Cellamare, sociale: fondi per i cittadini. Si parte con 81mila euro

gianluca vurchioCon delibera di diunta regionale 2456/14 la Regione Puglia ha inteso avviare e finanziare i Cantieri di cittadinanza. La misura, ampiamente discussa già in ambito regionale con le organizzazioni sindacali attraverso un accordo quadro, sta prendendo piede all’interno di tutti gli ambiti territoriali della Regione che possiedono le relative disponibilità economico finanziarie utili all’avviamento.

“Il Comune di Cellamare – commenta Gianluca Vurchio, assessore alle Politiche sociali – sta definendo, per quanto di propria competenza, una progettazione di cantiere che riguarda l’inserimento di soggetti svantaggiati e che possano, magari, rendersi utili per le attività di manutenzione e pulizia. Tale progettazione, risulta non essere sostitutiva di quella dell’ambito territoriale (comprendente i comuni di Triggiano, Capurso, Cellamare, Adelfia e Valenzano) ma, anzi, aggiuntiva, e sarà utile per rendere ancor più offerente il catalogo dei cantieri presenti nella piattaforma regionale, riguardanti il nostro ambito territoriale. Entro breve tempo, provvederemo ad avviare sulla nostra progettazione, la concertazione con le organizzazioni sindacali e il centro territoriale per l’impiego, cosi come richiestoci dalla Regione Puglia, includendo, in questo percorso anche l’Ufficio di piano”.

Un primo confronto e dibattito organizzato dai Comuni di Capurso e Cellamare, è stato recentemente tenuto presso la biblioteca comunale di Capurso, con la partecipazione dei dirigenti dell’Ufficio di piano, del Centro per l’impiego, del funzionario della formazione professionale dell’Area metropolitana di Bari e delle organizzazioni sindacali e di categoria, nonché delle imprese commerciali, dove quest’ultime hanno espresso la volontà di presentare progettazioni di vario genere.

“Noi puntiamo – continua Vurchio – a far presentare progettazioni di cantieri soprattutto alle imprese, perché cosi facendo si prospetta una possibilità concreta, terminato il periodo del Cantiere, di assunzione del tirocinante presso l’azienda cui ha operato. Cosa, di contro, non possibile per l’ente pubblico dove, lo stesso tirocinante, terminato il periodo del cantiere, non avrà possibilità di prosecuzione. Abbiamo, al momento, somme disponibile di circa 81mila euro per l’intero ambito territoriale, ma giungeranno altri finanziamenti. I cittadini, in possesso dei requisiti previsti dalla determina dirigenziale della Regione Puglia numero 880 del 21 aprile scorso, potranno presentare la propria candidatura a partire dal prossimo 4 maggio”.

“Siamo sulla buona strada – conclude l’assessore – anche perché, sia in tema di politiche sociali che delle politiche del lavoro, entro breve tempo, avvieremo confronti e dibattiti qui a Cellamare, partendo da far conoscere, nel merito, il programma denominato Garanzia giovani che ancora stenta a partire. Su questo, abbiamo già un’intesa con il responsabile del Centro per l’impiego territoriale”.

[pubblicato su il foglio di Maxima del 4 maggio 2015]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.