Regionali, la commedia degli equivoci

emiliano-fitto-vendola

di Valentino Sgaramella

I sondaggi sono univoci. Lo danno tutti in vantaggio sul suo principale antagonista. «Michelone» Emiliano, candidato del centrosinistra, sarebbe oltre il 50% di gradimento degli elettori rispetto al candidato di centrodestra, Francesco Schittulli, per ora fermo al 36%. Sarà vero? Intanto non sappiamo ancora quando andremo a votare per scegliere chi guiderà la Puglia per i prossimi 5 anni, visto che la data non è stata ancora ufficializzata. E poi, va detto che Schittulli è stato appena incoronato da Berlusconi candidato ufficiale. Ora, il professore deve cercare di rimontare pedalando in salita. Aspetti del maggioritario. Non si vota più da anni per il partito ma per un volto. Più quel volto riesce a fare breccia nell’immaginario più convince e alla fine vuoi vedere che vince? In questa epoca che tritura tutto nel volgere di una giornata, chi ricorda le ostriche con o senza ghiaccio che Gerardo De Gennaro regalava all’allora sindaco, alzi la mano. «Michelone» è un frullatore politico. Incorpora tutto e tutti. Sta realizzando alleanze con chiunque sia della partita. Nino Marmo dichiarò alla stampa che Emiliano «venderebbe anche sua madre per una poltrona». Lo disse all’indomani dell’abbandono del centrodestra, un paio di mesi orsono, da parte di Anita Maurodinoia, Livio Sisto e Gianlucio Smaldone, in consiglio comunale a Bari. E lui, Emiliano, pronto a dialogare con tutti, anche la triggianese Maurodinoia, la ragioniera miss preferenze. L’ex sindaco, sulla scia di Renzi, non dice no a nessuno. Pronto a dialogare con Ncd e tutti i transfughi dal centrodestra. Sembra che ultimamente dialoghi anche col movimento dei Forconi, e non è affatto una boutade. Guglielmo Minervini, nella contesa per le primarie regionali, in un incontro tenutosi a Noci, dichiarò che «la vera posta in gioco per la vittoria alle regionali in Puglia è la Tap», il gasdotto che porta energia dall’Ucraina. E aggiunse rivolto ai suoi elettori: «una sommatoria di interessi talmente grandi da essere superiori a tutto ciò che potete pensare». Dall’altra parte chi c’è? Il prestigio dell’ex presidente della Provincia, Schittulli. Luigi Vitali è il proconsole inviato a Bari da re Silvio per incarnare la sua linea dura e pura contro Raffaele Fitto. Ovvero, l’uomo del «che fai mi cacci?» parte 2. Solo che se fuori dai confini pugliesi, il leader salentino conta sul piano elettorale quanto il due di briscola, il centrodestra di questa Regione riconosce come suo capoluogo Maglie. Nel centrodestra pugliese non si muove foglia che Fitto non voglia. Il sen. Massimo Cassano, sempre a Noci, l’anno scorso, presentando Ncd argomentava: «abbiamo votato Vendola alle primarie ed abbiamo consegnato la Regione nelle mani della sinistra». Avrà usato il plurale maiestatis, forse, che si conviene alle personalità di rango. Sta di fatto che Adriana Poli Bortone era l’unica in grado di contendere lo scettro a Vendola ma lei stessa disse che da Maglie era giunto il niet. Insomma, senza il sì di Fitto non si va da nessuna parte a Bari. Non si può dimenticare il M5S. Attualmente i sondaggi accreditano l’adelfiese Antonella Laricchia di un 15% circa. Rispettabile risultato. Che progetto abbiano per la Puglia i penta stellati non è dato sapere. La loro lista è composta da persone perbene. Questo è certo. Tutti, però, emeriti sconosciuti. A volte, con qualche ambizione di troppo finalizzata alla tanto vituperata maggiore visibilità personale che trasuda in modo visibile ad una osservazione attenta. Per il resto, dichiarazioni anonime. Concetti poco più che banali e generici. Spesso discettano dei destini dell’euro senza cognizione di quel che accadrebbe se l’Italia seguisse Tzipras. Sulla Puglia, sulla sanità, sulle ferrovie, su cosa fare dell’Ansaldo e sulla vertenza Auchan Bariblu finora non hanno espresso nulla. Ma si vota a maggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.